Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

MECCANICA NOVA BOLOGNA-VIRTUS CAGLIARI 60-59

Meccanica Nova Bologna: Bestagno 16 (6/10, 0/0); Nannucci 6 (1/1, 0/4); Zanoli 5 (2/2, 0/4); Dall’Aglio (0/1, 0/1); Fabris ne; Leva (0/0, 0/1); Visconti 16 (5/8, 2/5); Barlassina 1 (0/1, 0/2); Costi 12 (0/4, 2/2); Rickeviciute 4 (2/8, 0/0) – All. Savini

Virtus Cagliari: Carta 4 (2/7, 0/0); Warner 16 (5/15, 2/4); Niola ne; Marcello 7 (2/5, 1/2); Ntumba 12 (3/9, 0/0); Saba 3 (0/0, 1/2); Miccio 11 (1/3, 3/7); Mini 6 (1/1, 0/3); Mastio ne; Cadoni (0/0, 0/0) – All. Fioretto

Parziali: 12-20; 24-31; 47-44
Spettatori: 400
Tiri da due: Libertas 16/35 (45,7%), Cagliari 14/40 (35%)
Tiri da tre: Libertas 4/19 (21%), Cagliari 7/18 (39%)
Tiri liberi: Libertas 16/23 (69%), Cagliari 10/11 (91%)
Rimbalzi: Libertas 41 (31+10), Cagliari 31 (25+6)
Recuperate/Perse: Libertas 18/20, Cagliari 20/17
Assist: Libertas 11, Cagliari 10
Valutazione: Libertas 74, Cagliari 60

Il big match della sesta giornata non tradisce le attese e fornisce grandi emozioni al pubblico presente sulle tribune del Cierrebi Club pur all’orario inconsueto delle ore 16.00. Pomeriggio di grande basket nell’impianto di via Marzabotto, tra due formazioni nelle prime due posizioni della classifica, finaliste nel torneo della scorsa stagione e determinate a ritagliarsi uno spazio da protagoniste anche in questa annata. Imbattuta Cagliari, Bologna reduce dal poker di successi a Borgotaro, si può allora iniziare. L’avvio è per il team isolano di coach Fioretto, che trova canestri dalla distanza con Miccio e vicino a canestro con Ntumba. Per Bologna suona presto l’alert falli per Rickeviciute la cui gara sarà condizionata dai personali, limitando l’impiego dell’ala lituana a soli 17 minuti. Spazio alla coppia Visconti e Bestagno, quest’ultima pur non nelle migliori condizioni, ha risposto presente, formando con l’ala torinese una coppia ben assortita vicino e lontano dall’area. Per entrambe 16 punti e 9 rimbalzi. Bene anche Elenora Costi, alla consueta precisione dalla distanza (2/2) per 12 punti aggiunge pure lei 9 carambole alla causa rossoblù.

Nel primo tempo Bologna non trova grande ritmo in attacco, sparacchiando dalla distanza e subendo qualche rimbalzo di troppo dalla coppia Ntumba-Warner, abile a fare valere il proprio straripante atletismo nelle vicinanze del ferro. Di contro la Meccanica Nova non affonda, ma resta in scia di una Cagliari che rallenta il ritmo, complice una panchina non lunghissima. La sirena dell’intervallo manda i team negli spogliatoi sul 24-31 per le ospiti.

Si torna in campo, ma non prima di aver omaggiato alcuni fortunati vincitori della half time lottery, con buoni e omaggi gentilmente messi a disposizione dai partner commerciali di Libertas. Questa volta parte bene la squadra di Marco Savini, che trova due triple dalla distanza e altri due punti in penetrazione, un 8-0 che riequilibria la gara e costringe Marcello e compagne al timeout. Da lì in avanti grande equilibrio, come si addice ad un match tra due squadre di alta classifica, alla ricerca di una vittoria importante. Bologna mette la testa avanti 47-44 (al 30′) la Virtus si affida alle invenzioni individuali di Warner, capace di trovare sempre due punti. Sarà proprio la numero 5 canadese di passaporto inglese sul 59 pari a 10 secondi a cercare i due punti della possibile vittoria, il tiro però è corto, la palla schizza fuori e la rimessa è Libertas. La palla dell’ultimo attacco finisce nelle sapienti mani di Zanoli che passa velocemente la metà campo, trova il varco in penetrazione alla ricerca di un palleggio arresto e tiro dalla lunetta; il tiro non arriva al ferro, ma la conclusione è viziata dal fallo della difesa sarda. Il cronometro segna 00.00, Zanoli ha cosi due liberi a tempo scaduto: il primo non và a segno, facendo trattenere il fiato al pubblico di casa, il secondo trova invece il bersaglio. Vince la Meccanica Nova 60-59 con la squadra a festeggiare la sofferta vittoria abbracciata sul cerchio di centrocampo e le tribune ad applaudire le proprie beniamine.

Un successo arrivato nelle ultime curve della gara, dopo che Bologna aveva sprecato qualche pallone di troppo rischiando di compromettere quanto fatto di positivo sin lì, in particolare nei secondi venti minuti. Grande merito anche alla Virtus Cagliari, protagonista di una partita di alto livello, dimostrando con giocate di grande qualità come fosse meritatamente l’unica formazione imbattuta tra girone nord e sud. La squadra sarda sarà di certo tra le protagoniste di questo campionato, come l’avvio ha ampiamente dimostrato. Per Bologna due punti importanti che permettono di raggiungere la vetta della classifica e fanno fare un altro piccolo passo alle bolognesi nella corsa al pass per le Final Four di Coppa Italia 2011.

Dopo le vittorie su Udine e Cagliari, la Libertas proverà a ripetersi sul difficile campo di Bolzano, la palla a due è prevista al PalaMazzali alle ore 20.30 di sabato 13. Un colpo esterno sarebbe un passo deciso verso la qualificazione e da martedi sarà il prossimo pensiero dello staff tecnico. Per questa sera non resta che godersi una vittoria sofferta contro una grande squadra. Difficile chiedere di più.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.