Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Sono ovunque, sono tantissimi. Non sono più a casa, ma noi li seguiamo lo stesso. Gli ex Granchietti in giro per l’Europa valgono bene una rubrica. Soprattutto se “riminesi” di nascita.
Palestrina beach Non si può non cominciare dai “tre dell’Ave Maria”, i ragazzi della Piazzetta che a Palestrina (A dilettanti, la vecchia B1) hanno messo su un vero feudo biancorosso. Parliamo ovviamente di Alessandro Angeli, Mauro Morri e Andrea Vitale, nel basso Lazio per traghettare la TLC in LegaDue. La prima è andata male, visto che a Ostuni è maturata la beffa al fotofinish (93-91). Il migliore? Sandrino Angeli, ovviamente, che alla veneranda età di 43 anni (8 gennaio 1965, controllare per credere) spara ancora triple come se piovesse (23 punti con 5/10 dall’arco, peccato per le 5 perse) e spalleggia alla grande l’amicone Morri, 19 con 10 rimbalzi e 5/11 da tre (il tiro da due non è previsto nel contratto) e Andrea “Vito” Vitale, solo 14 con 4/9 dal campo.
Volete sapere chi li ha “uccellati”? Ma si, un altro ex Crab, Nando Labella, 18 punti con 7/9 al tiro, 6 recuperi, 5 assist e le pennellate decisive nel finale. E poi dicono che quando vanno via da Rimini migliorano. Hanno ragione.
Il solito Omar Mentre due ex di breve corso, Rashad Bell e Tim Pickett, si allenano (Bell sicuro, Pickett a sprazzi si suppone) rispettivamente con l’Albacom Upc Szkesfehervar (Ungheria) e con l’FBC Lukoil Akademik Sophia (Bulgaria) in attesa di esordire nel prossimo week end, l’ex più amato dai giovani riminesi amanti del baloncesto, Omar Thomas da El Paso, si è già presentato più che bene ai suoi nuovi tifosi.
All’esordio con la maglia del Pau Orthez, OT ha messo a segno ben 20 punti (8/16 dal campo), corredati dal solito contorno della casa, vale a dire 5 rimbalzi, 2 assist e 1 recupero. Peccato che il suo prodigarsi non sia bastato, ai ragazzi di coach Toupane, per evitare il capitombolo interno col Besancon di Justin Hawkins.
Pillole Darrel Lewis, l’islandese che l’anno scorso non ebbe molta fortuna con la maglia dei Crabs (tagliato a febbraio per far posto a Daniel Cioffi), riparte da dove aveva convinto Rimini ad ingaggiarlo, vale a dire dalla A2 greca. Giocherà infatti nei Dash Peristeri Atene, a caccia di un posto nella serie A ellenica. Federico Tassinari, invece, è sempre a Forlì, ed è stato uno dei migliori (17 punti con 7/9 al tiro) nel raid della Vem Sistemi a Cagliari.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.