Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Alla faccia dei riminesi. E di chi li dimentica. Sarà anche A dilettanti (o B1, fate un po’ voi) ma le vicissitudini della TLC Palestrina riguardano anche tutti i riminesi innamorati del basket. Cominciamo dal feudo laziale, nella nostra rassegna sugli ex Granchi emigrati altrove.
Angeli superstar La settimana scorsa ne aveva infilati 23, ma non erano bastati. Stavolta ne ha messi 30, con 5 bombe, e ha distrutto la Bartoli Fossombrone, franchigia dove l’anno scorso militava Giacomo Gurini. Parliamo del 43enne Sandrino Angeli, ovviamente. Tanto per gradire, nel 84-75 di Palestrina si è distinto anche Andrea Vitale, 24 con 9/15 dal campo. Un po’ oscurato Mauro Morri, 8 punti con 2/7 da tre. In due match, nemmeno un tiro da due. Mah…
Filloy Brothers Non un gran esordio, per la Filloy connection. Il sutorino Demian, partito in quintetto ad Avellino e in campo per ben 31’, ha tirato molto male dal campo (1/5) compensando un po’ in quel contorno nel quale è maestro (5 rimbalzi, 3 recuperi): non è stato comunque sufficiente per impedire il brutto ko della Premiata a Rieti. Per Ariel, invece, giusto la gioia di aver partecipato alla scampagnata, ma nemmeno 1 secondo di gloria (unico non entrato) a Pesaro con l’Armani Jeans Milano nel suo rimandato esordio in serie A. Del resto, con davanti Bulleri, Mordente e Vitali, si fa anche fatica a vedere il parquet.
Tanto Rigetti, poco Myers Mezzogiorno da dimenticare pure per sua maestà Carlton Myers, 2 punticini (1/3 dal campo) nei 16’ lui concessi da coach Sacripanti in Scavolini – Armani Jeans. Si sarà arrabbiato parecchio, conoscendolo, così come non sarà stato contento Marko Tusek, che con la sua Avellino è stato beffato a Treviso dopo aver trainato a suon di triple (6/10, con 10 rimbalzi e 20 punti) i Lupi irpini. Maluccio anche Roberto “El Tanke” Gabini, solo 10’ della supersfida tra Roma e Caserta con 2 punti e 1/4al tiro.
Contento come un bimbo invece Alex Righetti, il riminese più amato da Rimini, che ha bagnato la sua prima ufficiale alla Virtus Bologna con un bel successo su Biella e una prestazione tutta sostanza, come da caratteristiche del ‘Rigo’: per lui 10 punti, 4 rimbalzi e 2 assist. Così si fa.
Ruggeri superstar Altro riminese doc, roba da farci un buon quintetto in caso di vacche ancora più magre di quelle attuali. Anche qui la carta d’identità dice 36, ma Massimo Ruggeri, con la sua Levoni Potenza (A dilettanti, girone B), sembra davvero un ragazzino. Nel successo sull’Ostuni di Labella, Max ne ha messi 22 con 8/12 dal campo, 4 rimbalzi e 3 assist. Chapeau.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.