Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Cacia Bologna
rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/RVM_BOLOGNA_20150120.mp4

Grande battesimo al Dall’Ara per la prima di Saputo. Premiati per le cento partite con il Bologna Morleo e Garics, è la curva a dare settacolo con fuochi d’artificio durati diversi minuti. Ma ad accendersi per la prima mezzora è stato il Perugia più incisivo. Non convincono ad inizio le scelte di Lopez che lascia in panchina Bessa e Sansone per Casarini e Acquafresca. Primo sussulto rossoblù al 32 con un tiro di Casarini dai 20 metri ma sulla respinta di Provedel, Cacia è anticipato in angolo. Subito dopo doppia occasione per Laribi, ma il portiere salva. E’ il prologo del gol numero 100 di Daniele Cacia. Pallone in area, viene servito sulla destra per Zuculini che lo pennella sulla testa di Cacia che da pochi metri insacca. Passano pochi minuti e il bomber potrebbe raddoppiare: cross da sinistra di Masina e spaccata aerea, ma il pallone è alto di poco. Unico neo del primo tempo l’ammonizione per Zuculini che gli farà saltare la trasferta di Chiavari.
Secondo tempo che inizia con gli stessi 22 ma con Sansone a scaldarsi in maniera sempre più intensa.
Al terzo ci prova Matuzalem ma Provedel è bravo ad allungarsi mettendo in angolo e sullo stesso Ceccarelli va in anticipo sul primo palo e mette fuori di poco. Al quinto il Perugia perde Del Prete che si infortuna in un allungo, al suo posto Vinicius.
Al decimo grande contropiede: da Zuculini a Laribi che apre per Cacia, tiro a giro alto di poco. Al minuto 15 scocca l’ora di Gianluca Sansone che prende il posto di Acquafresca. Entra anche Bessa per un applauditissimo Zuculini. Partita sempre viva con il Perugia che ci prova ma non punge. Al 30’ ci prova ancora da lontano Matuzalem ma è fuori di poco, imitato da Fabinho poco dopo. Al 34’ il capolavoro di Gianluca Sansone. Punizione dai 25 metri in posizione centrale. Supera la barriera e va ad infilarsi nell’angolino basso. Da registrare l’ammonizione a Maietta che gli fa saltare l’Entella, mentre ritorna in campo Buchel a sette dalla fine che va a rilevare l’applaudissimo Cacia. A cinque minuti dalla fine Taddei riapre l’incontro con una botta dai 25 metri che sorprende Copola e un o’ di sofferenza per i cinque minuti di recupero c’è. Alla fine esulta la curva e tutta la dirigenza rossoblù, compreso il sindaco Merola. Se si voleva una serata spettacolare difficile poterla sognare migliore e ora continua la rincorsa al Carpi avanti sei punti

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.