Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna20160913.mp4

Riprendono questo pomeriggio gli allenamenti del Bologna a Casteldebole in vista del match davvero molto complicato con il Naopoli di Sarri che oggi fa il proprio debutto in Champions. C’è anche la possibilità che sabato scenda in campo Amadou Diawara, il protagonista della telenovela estiva. Obiettivo numero uno è quello di ignorarlo. Anzi fino ad ora sono state spese anche troppe parole nei suoi confronti, come se fosse stata persa una pedina insostituibile. I fatti hanno dimostrato che non è così. Con i soldi avuti per lui sono stati acquistati altri giovani interessanti e finora vincenti. Anche se non sempre costanti, come ha dimostrato la partita con il Torino. A Napoli i rossoblu non hanno niente da perdere. Nello stesso momento giocheranno con una squadra che cercando di vincere sempre e ad ogni costo ha già segnato nove reti, ma ne ha pure subite quattro. Possibile che Donadoni possa adottare un modulo leggermente variato, magari con raddoppi particolari su giocatori particolarmente pericolosi. Normalmente le prime due sedute, quella del martedì e mercoledì sono dedicata alla parte atletica, curando l’aspetto tattico dal giovedì, ma è possibile, considerato che c’è un allenamento in meno, che si possa cominciare fin da subito a preparare l’incontro del San Paolo. Sicuramente il credo di Donadoni sarà quello di convincere i suoi che l’impresa è possibile. Che i suoi ragazzi non devono temere l’inizio indiavolato degli azzurri e che devono abbassare più possibile il ritmo, cercando, magari, i contropiedi che con Krejci e Verdi possono essere molto pericolosi. Bisognerà capire in questi giorni le condizioni di Destro. Secondo Donadoni è uscito per motivi tecnici ma sembra, invece, che possa esserci stato un piccolo problema muscolare che potrebbe impedirgli di allenarsi con regolarità in queste prime giornate. Tornano disponibili anche Maietta e Donsah. Due frecce in più per l’arco di Donadoni, aspettando anche Sadiq, che è l’ultimo degli arrivati, ma ancora potrebbe avere qualche problema alla caviglia.
Intanto sul piano Stadio con l’OK della sovrintendenza al piano del Bologna, gli uffici tecnici del Comune stanno studiando le compensazioni che il Comune potrebbe dare alla società a fronte di costi previsti per la ristrutturazione del Dall’Ara di circa 60 milioni di euro. Dagli altri sport, invece, si chiedono, che cosa ne sarà delle due pista di atletica che verranno smantellate. L’assessore Rizzo Nervo aveva promesso che avrebbe chiesto, come compensazione una nuova pista. Ora le parti si invertono. E una pista di atletica che si rispetti per la città di Bologna si allontana sempre più.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.