Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

’ stato il Sindaco Cofferati a ricevere il simbolico maxi-pettorale numero 1 della “Race for the Cure – Di corsa contro i tumori del seno”, che si svolgerà domenica mattina a Bologna, ai Giardini Margherita, per la seconda edizione. La consegna è avvenuta oggi nella Sala Savonuzzi del Comune di Bologna dove è stata presentata ufficialmente la manifestazione alla presenza del Sindaco, dell’Assessore allo Sport Anna Patullo, del Presidente della Komen Italia onlus che organizza l’evento, Prof. Riccardo Masetti, e del Presidente del Comitato Regionale della Komen, Prof. Vincenzo Eusebi. Alla conferenza stampa partecipavano anche il Dott. Roberto Trangoni di Samsung, sponsor nazionale della Race insieme a Johnson & Johnson, il Presidente di ATC Bologna, Francesco Sutti e il Dott. Gabriele Cavazza, Vice Direttore della AUSL Bologna, che patrocina l’iniziativa fin dallo scorso anno.

“La ragione del successo della Race for the Cure sta proprio nella natura dell’iniziativa, che coniuga sport e impegno sociale” , ha detto il Sindaco Cofferati. “L’attività sportiva aiuta a stare bene, se poi ha dimensione agonistica, la partecipazione in squadra favorisce la capacità di stare insieme agli altri”.

Ottimista, per quanto riguarda le iscrizioni, l’Assessore Patullo: “Ci auguriamo di superare i 5000 iscritti dello scorso anno, che erano moltissimi per una manifestazione all’esordio. Questa è la strada per far aumentare quella sinergia tra strutture pubbliche e associazioni di volontariato che affiancano i medici nella lotta ai tumori del seno”.

La Race for the Cure, che nel 2007 ha esordito a Bologna con una straordinaria adesione, è una mini maratona di cinque chilometri con passeggiata di due chilometri che si propone di raccogliere fondi e sostenere la lotta ai tumori del seno. Una manifestazione che si rivolge non soltanto agli atleti professionisti o ai podisti ma anche a chi ama semplicemente passeggiare e trascorrere una domenica all’aria aperta con la propria famiglia. Con l’appuntamento di domenica, si concluderà così il “tour” della Race che ha toccato con successo a Maggio prima Roma (38.000 partecipanti per la nona edizione) e poi Bari (7.000 partecipanti alla seconda edizione).

Per la seconda edizione bolognese, starter d’eccezione sarà anche stavolta l’attrice e testimonial della Komen Italia Maria Grazia Cucinotta, che lo scorso anno diede il via alla gara ai Giardini Margherita insieme a due celebri podisti come Gianni Morandi e Romano Prodi. Inoltre, anche quest’anno, la Race avrà un prologo di grande significato sociale con la seconda edizione del “Villaggio della Prevenzione”, che sarà allestito sabato in Piazzale Jacchia per offrire gratuitamente visite senologiche, mammografie ed ecografie ad alcune donne disagiate già individuate nei mesi scorsi.

Lo scopo del week end della Race for the Cure è dunque quello di esprimere solidarietà alle donne che si confrontano con il tumore del seno, raccogliere fondi e sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione.

Sono infatti più di 37.000 le donne che ogni anno “incontrano” la malattia e più di 10.000 quelle che non ce la fanno a superarla, anche a causa del senso di smarrimento successivo alla diagnosi. E’ per questo motivo che le protagoniste della Race sono le “Donne in Rosa”, donne che hanno affrontato personalmente il tumore del seno e che scelgono di rendersi intenzionalmente visibili indossando una maglietta ed un cappellino rosa. Un incoraggiamento forte a vivere l’esperienza della malattia in modo aperto e sereno ed un segnale importante per favorire un approccio culturale più positivo alle malattie tumorali. A questo proposito, la campionessa della maratona Emma Scaunich, correrà fra le “Donne in Rosa” per la squadra “Pasta Granarolo” proprio per portare la sua testimonianza di donna operata di tumore del seno.

I fondi raccolti con la Race for the Cure andranno a finanziare anche quest’anno progetti concreti nella lotta ai tumori del seno in Emilia Romagna, sia della Komen Italia che di altre associazioni. Fra questi, corsi di aggiornamento per operatori sanitari, programmi di educazione alla prevenzione, servizi clinici per il recupero del benessere psico-fisico delle donne operate ed acquisto di apparecchiature di diagnosi e cura dei tumori del seno. Lo scorso anno, grazie alla Race di Boogna, sono stati finanziati cinque importanti progetti che si sono andati ad aggiungere agli oltre 80 già realizzati in questi anni con il milione di euro proveniente dalle precedenti edizioni della Race di Roma.

Il contributo minimo di partecipazione alla Race è di 8 euro e consente di ricevere, secondo disponibilità, la maglietta ufficiale della manifestazione e la borsa gara con gli omaggi degli sponsor. Per conoscere i punti-iscrizione in Emilia Romagna ed avere ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.raceforthecure.it oppure chiamare la Komen Italia allo 051.6225976 oppure al 340.4537183

All’iniziativa, che si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e in collaborazione con l’Università di Bologna e il Circolo G. Dozza ATC, hanno concesso il proprio patrocinio molte prestigiose istituzioni nazionali e locali come il Comune di Bologna, la Provincia di Bologna, la Regione Emilia Romagna, il Policlinico di Bologna S.Orsola-Malpighi, l’AUSL Bologna, il CONI, la FIDAL, l’ASCOM e il Ministero della Salute.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.