Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Ventiquattr’ore sono poche, pochissime, ma a volte in questo lasso di tempo tutto può rivoltarsi come un calzino. Soltanto ieri vi dicevamo che non c’erano “casi” tra le V nere, che la società (proprietario, allenatore e general manager) erano totalmente d’accordo sull’inutilità di ritornare sul mercato, perché, come diceva lo stesso g.m. Faraoni, «non è che ad ogni sconfitta si possa andare a cercare giocatori». Tempo 24 ore, come si diceva, e la storia è diametralmente cambiata. Non bisogna leggere tra le righe per pensarlo, ad annunciarlo ufficialmente è stato lo stesso patron bianconero Claudio Sabatini: «Non possiamo attendere a lungo il recupero di Winston – ha detto -, se la cosa si sistemerà in tempi brevi bene, diversamente ci guarderemo attorno. Anzi, non escludiamo di tornare comunque sul mercato alla ricerca di una guardia e, nel caso, utilizzare tre europei per volta». Perché, ci si chiede, un cambiamento d’orizzonte così radicale ed in tempi così brevi? Pare esserci in atto, al momento, una sorta di braccio di ferro tra la società e Winston, per il vecchio discorso del passaporto macedone (per la Virtus lo deve pagare il giocatore, quest’ultimo ovviamente la pensa diversamente) ma non solo. Come si ricorderà, la scorsa estate l’americano approdò sotto le Due Torri dopo aver firmato per Valencia, senza però superare le visite mediche: fu scartato dagli spagnoli perchè le condizioni del suo ginocchio sinistro non furono giudicate sufficientemente affidabili, per la presenza di un problema cronico. Pochi giorni dopo, a fine agosto, la Virtus lo firmò, assumendosi un “rischio d’impresa” – secondo le parole dello stesso patron Sabatini – in virtù del fatto che la scorsa stagione a Roma non c’erano stati problemi per il giocatore, che aveva giocato regolarmente senza saltare nemmeno una partita. Ora Winston è fermo proprio per fastidi a quel ginocchio, sente dolore e quindi non vuole giocare, mentre la società pensa che potrebbe comunque scendere in campo. Questioni delicate, insomma, che entro breve porteranno ad un lieto fine o, purtroppo più presumibilmente, ad un divorzio clamoroso.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.