Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

«HO SEMPRE voluto dare il massimo, in carriera, così quando arrivano i risultati c’è tanta soddisfazione. Per noi che siamo rimasti ma anche per i nuovi, sarà necessario dare segnali forti all’interno di una società che vuole ottenere risultati: intanto, andiamo in campo con la voglia di dimostrare a tutti che meritiamo di stare qui». A parlare è Roberto Chiacig, uno dei tre superstiti dopo il repulisti fatto dalla dirigenza virtussina al termine della passata stagione. La sua è stata una conferma voluta da entrambi ma per assurdo arrivata per ultima.
«C’è stata anche la possibilità di andare via, ma io volevo restare qui a Bologna per tanti motivi, per cui appena c’è stata l’occasione abbiamo trovato l’accordo, come da mia idea iniziale. Quindi ringrazio la Virtus che ha voluto riconfermarmi, è una cosa importante che mi ha fatto contento anche perché mi da la possibilità di giocare in un impianto che diventerà tra i più belli d’Europa».
Ghiaccio è stato anche il capitano della Montepaschi quando vinse il suo primo scudetto e, quindi, è uno più competenti nel fare paragoni.
«Quando parti hai sempre tante speranze. Come giocatori, posso dire che qui ogni tassello è al posto giusto, ora serve formare un gruppo che giochi, che sappia compensarsi in tutti i ruoli, lavorando in palestra con serietà dall’inizio: per diventare un orologio, come è Siena, bisogna avere una grande voglia collettiva, e la disponibilità reciproca a non essere egoisti».
Molto dipenderà anche da quanto tempo Boykins e Arnold ci impiegheranno ad adattarsi alla nuova realtà, ma anche su questo Chiacig sembra essere molto fiducioso. «Non penso soffriranno problemi di adattamento, perché tutti e due hanno molta esperienza e poi ci siamo noi compagni.
Vukcevic sa fare gruppo e Giovannoni è un altro che può aiutare i nuovi a gestire al meglio il loro inserimento».

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.