Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Oramai piove sul bagnato in casa Virtus, stuprata per la terza volta consecutiva (la seconda sul parquet amico), ed ancora una volta schiaffeggiata dalla vendetta di un ex arrabbiatissimo. Due settimane fa si era consumata la vendetta di Sharrod Ford, che dopo aver violato la Futur Show Station con Montegranaro aveva gridato al mondo la propria voglia di riscatto nei confronti di una Virtus che l’aveva trattato male. Poi era stata la volta di Alex Righetti, che con la canotta di Varese ha letteralmente seppellito le V nere domenica scorsa con la sua miglior prestazione. Ieri è invece toccato a Massimo Bulleri, ex mai troppo amato in casa Virtus, che con un ultimo quarto da incorniciare ha regalato la vittoria a Casalecchio alla sua Treviso gettando per la terza volta consecutiva i bianconeri all’inferno. Bianconeri ancora provi di Sanikidze, ma sulla sua assenza si è forse finora fatta troppa filosofia, perché è davanti agli occhi di tutti che una squadra che può contare su nomi come Kemp, Winston, Koponen, Poeta, Homan e Amoroso dovrebbe avere al proprio arco ben altre frecce che quelle del pur valido georgiano. E’ andata invece bene alla Fortitudo, che senza i propri due maggior frombolieri Carretta e Lamma ha sconfitto la capolista Monfalcone, in una partita non bella ma terribilmente voluta che riporta i biancoblù a ridosso delle primissime posizioni. In Lega Due una strepitosa Ferrara ha asfaltato la forte Jesi, mentre Forlì è uscita sconfitta dal parquet della capolista Udine, Reggio Emilia è tornata nel baratro perdendo in casa nei tempi supplementari da Scafati, ed il derby tra Rimini ed Imola ha visto la vittoria dei riminesi al termine di 40 minuti appassionanti ed incertissimi.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.