Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

LE PAROLE di fuoco dette nel dopogara di Carife-Eldo da Roberto Mascellani aprono un’altra settimana di tensione in casa Carife. La brutta prestazione offerta alle telecamere di Sky ha messo di malumore il numero uno bianconero, che non le ha mandate a dire a squadra e staff e nel dopogara ha parlato a lungo con Valli e Crovetti. Dal canto loro, tecnico e gm stanno lavorando in silenzio per cercare di ovviare a diverse difficoltà emerse contro l’Eldo.

SI VA SUL MERCATO. Le dichiarazioni di Mascellani hanno prodotto uno scossone: in campo, dove si attende una reazione, a prescindere dal risultato, già sabato nel proibitivo derby sul parquet di una Fortitudo che presenterà i neoacquisti Strawberry e Fucka, e nelle strategie, dove fa capolino prepotentemente la parola mercato. Giorgio Valli ha sempre detto che per lui questa squadra va bene così, a patto che stia bene fisicamente. «Nell’ultimo quarto abbiamo difeso — spiega — ma quell’intensità non siamo riusciti a metterla in campo prima perché ci mancavano le forze. Era una Carife a metà, perché troppi giocatori non stavano bene e non si sono allenati con continuità in settimana». A questo punto, visto che coi problemi fisici tutte le società devono convivere ed il campionato non aspetta, si cercherà un giocatore nel ruolo di guardia, passaportato o comunitario, da aggiungere all’organico bianconero. Al momento il belga Lauwers non è in cima ai desideri e non c’è trattativa in corso, ma in giro c’è davvero poco. Sono stati proposti l’italoamericano Phil Valenti ed il nazionale irlandese Ian O’Boyle, nomi nuovi per il basket italiano, ma il Club cerca qualcosa di più sicuro e l’ex Virtus e Cantù Donnie Mc Grath si è già accasato in Grecia.

EBI E RILEY NON RISCHIANO IL TAGLIO. La ricerca di un giocatore da aggiungere smorza sul nascere ogni voce che possa mettere al momento in discussione i due stranieri arrivati quest’anno. Con Caserta Riley, pur coi suoi difetti di gioventù, è apparso in crescita, mentre Ebi, pur limitato dai falli, non è piaciuto affatto. Ma per ora restano al loro posto.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.