Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

SORRIDENTE e dinamico. In altre parole, già in una perfetta forma-campionato.
Il presidente del Basket Club Roberto Mascellani si è presentato così ieri mattina all’affollatissima conferenza stampa di presentazione della campagna abbonamenti 2008/2009.
La prima con la Carife targata serie A, come è sottolineato molto bene anche nello slogan lanciato dall’agenzia Dinamica.
«Il robusto maquillage del palasport dovrebbe iniziare la prossima settimana, ma la macchina bianconera è in pieno fermento e tanto per non perdere il vizio con le sfide, ci siamo già posti un traguardo ambizioso: sfondare il muro dei 1000 abbonamenti. In pratica — ha detto Mascellani — vorrebbe dire raddoppiare le tessere dello scorso anno, ma le basi per fare il gran salto ci sono tutte e i primi segnali sono davvero molto incoraggianti.
In città c’è fermento, c’è voglia di grande basket e c’è una squadra che saprà rispondere adeguatamente al grandissimo impegno che ci aspetta.
Ora non ci resta che attendere la risposta dei nostri tifosi».
Il salto di categoria ha inevitabilmente portato ad un ritocco dei prezzi, ma anche quest’anno chi si abbona godrà di un gran risparmio, di denaro e di tempo se, come pare ovvio, la domenica i botteghini saranno presi d’assalto.
«La cultura dell’abbonamento sta proprio nell’unire il risparmio di denaro con il risparmio di tempo; tra l’altro i primi mesi avremo una capienza limitata (3178 posti) e qualche disagio relativo ai lavori in corso, ovvio che arrivare al palaSegest per tempo e senza dover far la coda ai botteghini sarà un doppio vantaggio.
E poi – prosegue Mascellani – concedeteci pure qualche strappo alla regola. I nostri biglietti di tribuna più cari equivalgono sì e no ai prezzi di gradinata di molti altri palasport, vorrà dire che se ci sono le condizioni per farlo, in occasione di qualche partita speciale ritoccheremo un po’ il prezzo dei biglietti.
Chi si abbona non corre questo rischio. Che dire ancora? L’abbonamento è comodo, è un risparmio ed è anche un atto di affetto nei confronti della società».
Parole rincarate anche da capitan Daniel Farabello, che ha sottolineato «la spettacolarità del campionato di serie A. Verranno a Ferrara grandi squadre, seguite da tanti tifosi, ed anche i nostri dovranno darci una mano, per essere all’altezza della categoria in campo e sugli spalti».
La palla adesso passa alla tribù bianconera, ma la febbre è già altissima, come ha dimostrato qualche tifoso che ieri mattina ha cercato di intrufolarsi anche alla conferenza stampa. Se non è passione questa…

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.