Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

88-70
CARIFE FERRARA: Jamison 7, Farabello 7, Allegretti 21, Nnamaka 12, Riley 11, Collins 11, Sacchetti 4, Mazzola 4, Zanelli 8, Rizzo 3, Ebi, Ferrari. All. Valli
SOLSONICA RIETI: Grillo 2, Green 2, Campbell 19, Tisato 2, Yango 2, Prato 7, Spippoli, Martellucci 9, Gigena 8, Sklavos 19. All. Lardo
Arbitri: Aronne di Viterbo, Martolini e Federici di Roma.
Parziali: 20-15, 42-35, 64-52

POCO più di un allenamento per la Carife, nella finale per il terzo posto del «Memorial Zeppieri», ieri sera a Veroli.
Contro una Solsonica Rieti priva dei due americani Wilmont e Pasco, sostituti tesserati da poco al posto di Pickett e Harwey, la Carife ha avuto vita agevole, comandando dal primo all’ultimo minuto e allungando progressivamente grazie all’ottima vena di Marco Allegretti, mvp dell’incontro con 21 punti, frutto di un 3/4 da 2 e 5/7 da 3 in 25 minuti.
Tutto troppo facile per i bianconeri, in palla e più pronti degli avversari, e cresciuti decisamente alla distanza, nonostante un Ebi quasi invisibile (0 punti in 14 minuti).
Valli ha ruotato l’organico a piacimento, dando spazio a tutti e dosando il minutaggio di ognuno, ma la gara è stata ugualmente un monologo bianconero.
I reatini hanno avuto buone cose da Martellucci e soprattutto dal greco Sklavos, ma senza due americani avrebbero dovuto avere qualcosa in più da Green, che invece ha reso al di sotto delle attese.
Il primo quarto è sostanzialmente equilibrato, con il Club avanti di poche lunghezze, mentre nel secondo quarto Ferrara prova a scappare, guadagnando anche tredici punti di vantaggio, prima di andare all’intervallo sul più sette.
La musica non cambia nella ripresa, quando inizia lo show di Allegretti, puntuale su ogni imbeccata dei compagni, e quando Farabello sigilla il +12 di fine terzo quarto, appare chiaro che la partita è incanalata sul binario giusto.
Nell’ultimo parziale infatti Ferrara dilaga, Riley schiaccia il pallone dell’80-62 e anche la panchina bianconera non fa rimpiangere i titolari.
Così, il Club archivia tutto sommato positivamente la due giorni del torneo di Veroli, con una sconfitta di un punto a Caserta ed una vittoria agevole ieri.
Soprattutto, è stato inserito Jamison nel motore e sta crescendo la condizione atletica generale.
Per aprire la settimana che porterà ad abbattere il tetto dei 500 abbonati e regalerà venerdì sera al pubblico di Ferrara il «Trofeo Naturhouse» con i campioni d’Europa del Cska Mosca, non si poteva chiedere di meglio.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.