Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

“E’ brutto perdere con 30 punti di scarto”. Così capitan Daniel Farabello, il day after la pesante battuta d’arresto patita a Siena.
“Al Pala Mens Sana siamo entrati in campo con un brutto atteggiamento – le parole di Farabello -, e Siena niente ci ha regalato: ce lo ha voluto far sapere subito. Avevamo alcuni giocatori in cattive condizioni fisiche (Jamison; ndr), contro queste squadre devi essere al 100% e non sai se basta. E’ brutto perdere con 30 punti di scarto, anche se giocare benissimo non sarebbe bastato”.
L’assenza di Jamison, contro i lunghi di Siena, quanto ha pesato?
“Assenza o meno, dico che il nostro problema è stato in attacco, senza un riferimento come Jamison sotto canestro era molto difficile giocare, anche perché i lunghi di Siena sono attivi dal punto di vista fisico. Abbiamo perso 29 palloni, così è impossibile fare qualche cosa di buono. Abbiamo commesso tantissimi errori. Non è che, giocando bene, ti regalano un punto in più in classifica. A Siena era molto difficile”.
Adesso, sotto con l’Armani Jeans Milano.
“Adesso – ha continuato il capitano bianconero -, bisognerà che rialziamo la testa e cominciamo a pensare alla gara contro Milano (la ripresa degli allenamenti è fissata per questa mattina; ndr).
Il campionato è davvero molto strano: Avellino perde in casa, la Virtus Bologna perde a Pesaro malamente. Insomma, sarà dura per tutti. Dobbiamo concentrarci – ha chiuso Daniel -, andando a vincere la prossima gara contro Milano”. Certamente non sarà facile, il Club è obbligato a crederci.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.