Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

VINCE PISTOIA, nella prima uscita della Carife davanti ai suoi tifosi.
Vince senza nemmeno spremere tanti minuti dai suoi due americani (Darby 21 minuti, Tyler 28), perchè ha nel lituano Kazlauskas (26 punti con 6 bombe, 9 rimbalzi e 6 assist) una costante spina nel fianco della difesa ferrarese e in Rosselli e Santolamazza due supporti importanti.
Il Club, con Jamison ancora fermo, dimostra di essere ancora indietro in termini di brillantezza e rapidità: davanti ad una buona cornice di pubblico, i bianconeri vincono il terzo quarto, crollano nell’ultimo, ma sostanzialmente faticano davvero troppo in difesa. Ci sta, in fondo il campionato inizierà tra oltre un mese ed il cammino da percorrere è ancora tanto, per cui niente allarmismi.
Serve solo tanto lavoro, la riprova si avrà nei prossimi test, a cominciare da giovedì a Castel San Pietro con Sassari, altra avversaria di Legadue, e nel fine settimana a Varallo Sesia, in Piemonte, quando fonalmente ci si misurerà con delle pari categoria: Capo d’Orlando, Biella e Cantù.
Per ora la squadra di Valli va a sprazzi: cerca molto il gioco di squadra ed il coinvolgimento di tutti e cinque i giocatori, come predica sempre il coach bianconero, manca però la rapidità che si acquisirà soltanto nelle prossime settimane.
Due garanzie però, ci sono, e sono arcinote ai tifosi ferraresi. Uno si chiama Andre Collins, che ieri senza forzare nulla ha segnato un punto al minuto: 21 punti in altrettanti minuti. E poi c’è il solito grande Farabello, che lotta anche in amichevole fino all’ultimo minuto, difende, sforna assist in quantità (6 ieri sera) e, quando serve, segna in doppia cifra. Ad uno così, anche a 35 anni, il pallone si può sempre passare con serenità. Sprazzi importanti anche dai due nuovi, Riley e Ebi.
Il primo ha mostrato i lampi di atletismo che gli vengono riconosciuti, ma è ovviamente ancora in fase di studio di gioco e arbitraggio e talvolta palesa prevedibili ingenuità. Più convincente per ora il secondo, che ha chiuso con 16 punti e 8 rimbalzi, con il 56% da 2 ed il 50% da 3, facendo vedere che la stoffa c’è, bisogna soltanto sincronizzarsi meglio negli aiuti difensivi, sfruttando a dovere il suo atletismo e le braccia smisurate che si ritrova.
Ancora in rodaggio anche il resto della squadra: Allegretti necessita di tempo, Nnamaka compensa tutto con l’intelligenza e la generosità, Sacchetti ha fatto vedere buone cose, Zanelli arriverà.
Di questi tempi, si sa, servono pazienza e fiducia, senza drammi. E da oggi torna in palestra Harold Jamison.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.