Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La Carife ha battuto la squadra piu’ in forma del campionato, quella che fino a stasera era la seconda forza del campionato, ha vinto con cuore e talento, il cuore di tutta la squadra che sopperisce i propri limiti con l’energia e il coinvolgimento di tutti, e il talento quello mostrato stasera da Collins ed Allan Ray. Teramo le ha provate tutte, ha giocato un ottima partita concedendo pero’ troppo sotto i tabelloni dove nei secondi venti minuti hanno concesso molto ai lunghi estensi Ebi e Jamison ed alla fine i 20 rimblazi offensivi conquistati da Ferrara diventano anche un pesante handicap per la squadra di coach Capobianco. Le due squadre si presentano, di fronte a oltre 3000 spettatori, al completo ed offrono uno spettacolo che alla fine il pubblico apprezzera’. Ottimo impatto sulla partita della Carife ed ottimo impatto di Ray che porta i suoi compagni alla prima fuga del match dopo soli quattro minuti di gioco (15-10), poi con una tripla di Farabello arriva pure il +6(20-14 al 7′) ma la Bancatercas dimostra a tutti che non e’ seconda in classifica per caso, Poeta ispira e realizza Brown sotto i tabelloni manda in confusione sia Ebi che Jamison(due falli a testa gia’ nel primo quarto), Amoroso segna i suoi primi punti e Teramo piazza un 10-3 in poco piu’ di un minuto di gioco che consente ai Teramani di chiudere avanti il primo quarto (23-24). Il secondo quarto inizia con la ”gita” dalla lunetta di Piazza (23-26) ma Allegretti-Collins piazzano un 5-0 (28-26), l’equilibrio tra le due squadre non si spezza, nessuno vuole cedere ne esce una partita bellissima e tirata, le difese lavorano tanto, Nnamaka al 13′ commette il suo terzo fallo che manda un po’ nei problemi Valli che prima ordina la difesa a zona poi inserisce sia Rizzo che il giovane Mazzola in campo e non demeritano, si lotta su ogni pallone, Ray delizia il pubblico con giocate da campione Collins lo segue a ruota (40-35 al 17′) per Teramo arriva il terzo fallo di Carroll ma i Teramani non ci stanno a perdere, Amoroso e Brown riportano sotto i compagni(44-42) ma e’ Rizzo che con un gioco da tre punti porta tutti all’intervallo lungo sul 47-43 per i padroni di casa.La coppia Ray-Collins ha confezionato ben 26 punti ed e’ stata una spina nel fianco per gli uomini di Capobianco, solo Poeta ed Amoroso tengono il ritmo degli avversari mentre Moss(si e’ sacrificato tanto su Collins)e Carroll non hanno portato niente alla causa Teramana nei primi venti minuti. Altalena di emozioni anche nel terzo quarto che non scende d’intensita’ rispetto ai due appena giocati, Ferrara prova a scappare cambiando gioco, utilizzando di piu’ i propri centri(Jamison ed Ebi) ed e’ proprio sotto le plance che Teramo concede qualche spazio di troppo, Ray fa di nuovo le prove di fuga (53-49) ma poi commette il terzo fallo ma sono Collins e Jamison a portare la Carife di nuovo al +6 (57-51 al 23′), Teramo non molla e finalmente arrivano anche i punti di Carroll e le triple di Amoroso (59-56)che pero’ commette l’ingenuita’ di farsi fischiare un fallo tecnico che la Carife sfrutta appieno prima con i tiri dalla lunetta e poi con una tripla tutti eseguiti alla perfezione da Collins (64-56 al 25′), tutto in discesa per la Carife? sbagliato, arriva, in tre minuti di gioco un parziale di 10-2 per la Bancatercas con Carroll,Brown e Jaacks e torna la parita’ nel match (66-66 al 29′) La Carife sembra accusare il colpo ma e’ Ray offre un assist al bacio per Ebi che insacca Jaacks risponde ma e’ ancora il nigeriano a chiudere il terzo quarto a fil di sirena con un azione personale (70-68 al 30′). Il terzo quarto tutto il pubblico lo vive con il fiato sospeso, la Carife e la Bancatercas non si risparmiano si lotta su tutti i fronti ,Ebi fa la voce grossa in area, Jamison lo spalleggia ma Teramo con Poeta e Brown rimane sempre incollata all’avversario(84-82 al 35′), arriva il quarto fallo di Ray e la Bancatercas ha un guizzo importante con la coppia Poeta-Amoroso che confezionano il sorpasso Teramano (84-86 al 38′). La tensione e’ palpabile in casa Carife e viene sciolta dalla tripla di Farabello che riporta di nuovo in vantaggio i padroni di casa e fa salire il morale ai propri compagni (87-86). La Carife difende duro Jamison riesce a procurarsi un fallo e la sua gita in lunetta porta solo un punto in casa bianconera (88-86 al 39′) ed in piu’ arriva anche il quinto fallo di Ray. Mancano ancora trenta secondi da giocare che Poeta sfrutta con due tiri liberi per la nuova parita’ (77-88 a 19” sec), Capobianco sceglie di fare fallo subito (su Nnamaka) per avere l’ultimo tiro e provare a vincere il match, lo svedese segna solo un tiro libero (89-88 a 18”) e Teramo ha l’ultimo pallone del match la responsabilita’ se la prende Poeta che decide di penetrare nell’area ferrarese trovando pero’ Jamison che lo costringe ad alzare la parabola del suo tiro, sbagliandolo il rimbalzo lo prende lo stesso Jamison che si procura anche un fallo a sette decimi dalla fine del match. Finita? no, anche perche’ il centro Ferrarese non e’ certamente un gran tiratore dalla linea della carita’, ma riesce a fare il pieno (91-88) e Capobianco giustamente chiama time out, avendo la rimessa a meta’ campo avrebbe ancora la possibilita dei supplementari ma sette decimi di secondo sono veramente pochi per poter costruirsi un tiro che difatti arriva dopo il suono della sirena, si conclude cosi’ con tifosi,giocatori e presidente della Carife in festa per la terza vittoria consecutiva una vittoria che da fiducia e morale per il proseguio del campionato, una vittoria che permette di distanziare Rieti e Udine di 4 punti, una vittoria che permette di respirare un po’ ma che non permette pero’ di rilassarsi troppo, il calendario ora e’ ancora piu’ difficile, arrivano due trasferte consecutive (Pesaro e Treviso) ma finalmente l’inversione di tendenza in casa Carife e’ arrivata ed e’ tutta positiva.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.