Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

LA FORTEZZA BOLOGNA

Boykins – voto 7 – (23pti, 1/2, 8/16, 2/3) – Basta saperlo. Di nuovo, quando gli viene chiesto di correre e buttarsi dentro fa bambini con baffi, barba e quant’altro, a rimediare invece situazioni di regia che non sempre riescono ancora ad essere chiare e limpide. Tra un acciacco alla schiena e l’altro, altra prova convincente.
Blizzard – voto NG – (3pti, -, -, 1/1) – Apparizione senza particolare costrutto, la partita poi si dimentica di lui.
Righetti – voto 7 – (11pti, -, 1/3, 3/6) – Gira la partita quando, in posizione da 4, spara triple davanti e non paga particolare dazio dietro. Letteralmente rinato da quando ha ritrovato la coppia Boniciolli-Zorzi a dettargli i compiti.
Giovannoni – voto 6 – (2pti, -, 1/2, 0/2) – Soffre un po’, nello sballottamento che gli tocca quando deve andare a lottare sotto canestro, non trova grandi spazi davanti, ma alla fine vince anche lui.
Ford – voto 6,5 – (11pti, 3/6, 4/10, -) – Esce male dai primi minuti di gioco, poi piano piano pianta le tende in area e fa sentire, un po’ alla volta, anche la sua voce.
Koponen – voto 6,5 – (4pti, -, 2/3, 0/2) – Prende piano piano fiducia, mordendo dietro e non scellereggiando più di tanto davanti.
Vukcevic – voto 7 – (12pti, 3/3, 0/1, 3/3) – Arrota le unghie nell’intervallo, collabora nel parzialone del secodno tempo, e mette una tripla decisiva quando Cantù, nemmeno poi tanto, stava cercando di allungare il brodo.
Langford – voto 7 – (17pti, 3/3, 4/8, 2/4) – Si fa trovare subito pronto, quando esce dalla panchna, e con due triple riesce a dare il buongiorno alla partita. Poi, dopo questo mattino, il sole splende anche di pomeriggio e di sera, senza forzare quasi niente.
Chiacig – voto 6 – (4pti, -, 2/2, -) – Un problemuccio all’inguine provoca smorfia facciale ed uscita dal campo dopo minuti fatti di sportellate, come piacciono a lui, contro gente più tonica.

NGC CANTU’

Gaines Рvoto 4,5 Р(5pti, 2/2, 0/3, 1/4) РSe la casa trema fin dalle fondamenta, non ̬ da sorprendersi se alla fine tutto crolla. Combina praticamente niente, sciopero non annunciato.
Rich – voto 6,5 – (23pti, 7/9, 5/7, 2/5) – Spettacolare quando Cantù stava giocando la propria pallacanestro, la ricchezza svanisce poi piano piano, ma è anche vero che in due, ‘ste partite, non si vincono giammai.
Elder – voto – 4 – (4pti, 1/2, 0/2, 1/3) – Altro desaparecido clamoroso, che prima nemmeno ci prova, poi ci prova e non combina nulla, lasciando orfani chi si aspettava qualcosa in più da lui.
Toure – voto 5,5 – (11pti, 4/5, 2/3, 1/3) – Legnoso come non mai, paga dazio quando gli assetti piccoli della Virtus lo costringono a cercar farfalle anzichè funghi.
Pinkney – voto 6,5 – (21pti, 3/4, 9/15, 0/5) – Lavora anche bene, lì sotto, quando riesce a punire aiuti difensivi bianconeri non sempre eccellenti. Poi però, quando ci prova da lontano, sono disastri e ferri che piangono per l’eccessivo maltrattamento, a prova di letture che vanno e vengono. E’ anche vero che è l’ultimo ad arrendersi.
Berti – voto 4 – (0pti, -, 0/4, -) – Minuti palesemente al di sopra di quello che è il suo livello naturale. Serve ascensore per qualche piano inferiore.
Mazzarino – voto 5,5 – (5pti, 2/2, -, 1/2) – Poca roba, nemmeno con l’esperienza si salva, però non è lui che deve mettere la roba che oggi manca a Cantù.
Zacchetti – voto 5 – (0pti, -, 0/1, -) – Con l’occhio di chi forse oggi non è che ne avesse poi tantissima voglia.

VERBA MANENT

Boniciolli – La Virtus non è targata Boniciolli, ma Virtus: io sto solo cercando, da quando sono arrivato qua, di metterci tutte le mie energie, come mia consuetudine. La cosa più importante è stata vincere con orgoglio e difesa, armi di questa società, pur con i problemi di infortuni che abbiamo, recuperando con la grande voglia di fare basket che abbiamo. Boykins? Credo che oggi non solo lui, ma tutta la squadra abbia prodotto: Ford ha fatto reparto da solo, Righetti ha messo una di quelle serie di tiri che lo ha reso uno dei migliori giocatori italiani, Koponen ci ha messo il suo atletismo, e Blizzard ci sarà utile in altre occasioni, dato che oggi forse non era la sua partita. E’ la squadra che vince, da solo non ce la potrebbe fare nemmeno Michael Jordan. Vincere di 20? Qui mi sarebbe andato bene in qualsiasi modo.

Boykins – Abbiamo giocato con la giusta aggressività ed energia, sia davanti che dietro, e con il nuovo allenatore queste cose ci vengono bene. Boniciolli mi ha detto di non pensare tanto al ruolo, se fare il regista o la guardia tiratrice, ed è quello che sto facendo. Siamo riusciti a vincere la partita in difesa, nel secondo tempo, e quando sei aggressivo dietro tutto ti viene più facile: dopo questa vittoria, andiamo a casa con nuova fiducia.

Righetti – Più che le mie triple, la chiave è stata il nostro eccellente secondo tempo, concedendo poco dietro e attaccando bene, prendendoci tiri facili. Giocando in questo modo riusciamo a mettere in mostra il nostro potenziale e fare andare bene le cose. Non eravamo soddisfatti di quello che stavamo facendo fino a qualche settimana fa, serviva una sterzata alla nostra stagione e questa ci sta riuscendo bene. Abbiamo ancora delle cose da migliorare, ci stiamo lavorando in palestra con l’allenatore, ma quando si vince il morale cresce, e si lavora con un altro spirito. Roma? Piuttosto pensiamo alla gara di coppa di mercoledì, poi vedremo.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.