Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Dopo Ferri e Pugi è il turno di Matteo Canavesi e Gennaro Sorrentino essere presentati alla stampa e ai tifosi. Il primo che dopo un 2007 da dimenticare, vuole rilanciarsi e per questo ha scelto Imola dove giocherà “4” titolare, il secondo con l’entusiasmo di chi è arrivato in serie A e ha voglia di stupire.

“Dopo una anno nel quale sono stato fermo, mi voglio rilanciare, e qui avrò un elevato minutaggio e quindi potrò farmi vedere, per questo ho scelto Imola” incalza subito Canavesi seguito subito da Sorrentino:”Sono venuto in questa buona società perché dopo anni di B1 voglio lanciarmi in Serie A e cercare di far bene. Il fatto che la squadra sia formata soprattutto da giovani è una cosa importante per me.”

Imola infatti avrà tutto il gruppo di italiani formato da ragazzi dell”85 e dell’86 ma questo non sembra preoccupare i due nuovi acquisti:”Il vantaggio è che i giovani hanno voglia di esplodere e non sono appagati. Lo svantaggio forse si può avere nelle situazioni difficili perché non si ha esperienza, ma col gruppo si possono superare. D’altronde – continua Canavesi – “anche a Montegranaro avevamo l’obbiettivo di salvarci ed eravamo in gran parte giovani, poi siamo arrivati due volte in finale e una l’abbiamo anche vinta.”

Sorrentino sarà il play titolare ma questo non lo spaventa: “Ho l’istinto del canestro, ma l’anno scorso ho giocato sempre play e grazie a coach Ponticiello sono migliorato molto quindi penso di non avere problemi.” Per Canavesi il “problema” può essere quello fisico visti i due infortuni ma lui taglia corto e con estrema sicurezza dice: “le ginocchia? Stanno bene!”

L’opinione su Bianchi è ottima:”lo conoscevo già ci siamo incontrati quando giocavo a Montegranaro, una persona tranquilla che sa il fatto suo” è il Canavesi-pensiero

CASAGRANDE. “Andrà in prestito a Jesolo (A dilettanti) ma l’intenzione è quella di prolungarli il contratto, crediamo nel ragazzo, e vogliamo riportarlo a Imola per farlo giocare in Legadue” dice l’Ad dell’Andrea Costa Domenicali.

IVERSEN. Bisogna mettere a posto qualche dettaglio comunque è intenzione della società portarlo a Imola per farlo ambientare coi compagni 5-6 giorni dato che la prima partita di qualificazione è il 6 settembre. Bisognerà trovare l’accordo con il coach della Danimarca sul periodo più adatto.

GUARDIA USA. Potrà essere un giocatore con esperienza europea, ma anche un rookie, si cerca un realizzatore e non un “semplice” tiratore.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.