Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Terminata intorno a mezzogiorno di oggi la seduta di allenamento quotidiana al centro tecnico Niccolò Galli. In assenza di Perez, Diamanti, Gabbiadini, Garics e Antonsson impegnati con le rispettive Nazionali, la squadra si è esercitata con una partitella a campo ridotto e lavoro atletico finale. Tutti in gruppo ad eccezione di Riverola e di Krhin che proseguono le terapie e gli esercizi specifici per rimettersi in forma il prima possibile. La squadra sta quindi, lentamente e con margine abbondante preparando la prossima gara, uno scoglio non da poco visto che di fronte si troverà non una squadra qualsiasi ma la zemaniana Roma fresca di aver messo ko l’Inter e di aver fatto davvero un gran bel gioco. Se la preparazione non è quindi ancora in fase di rifinitura, la formazione però è quasi pronta. Durante l’anno si vedrà spesso una difesa a 3 come contro il Milan, con Carvalho Natali che si riprenderà il posto da titolare e Antonsson finchè non tornerà Portanova. Ma il mister ha già fatto sapere e del resto le sue idee sono sempre state chiare, non c’è un modulo fisso, tutto può cambiare. Infatti la sua teoria è che se al 90% delle volte la difesa sarà a tre non appena gli avversari di fronte si schiereranno con 3 tre attaccanti la difesa rossoblu cambierà volto e passerà a sua volta per una maggiore copertura a 4. Questa è proprio il caso della Roma che in casa domenica prossima dovrebbe schierare 3 attaccanti. Certo, è il rientro di Natali nel reparto difensivo che dovrebbe assicurare una certa stabilità a questo Bologna, con Carvalho, Antonsson o e probabilmente Cherubin o Morleo. Il dubbio poi maggiore rimarrà sulla punta, bisgna vedere se Pioli dopo la prestazione con il Milan boccerà Acquafresca come titolare consacrando il neo acquisto Gilardino o continuerà a riservargli fiducia. Se Pioli sia totalmente soddisfatto o no di questo mercato non è certo, una cosa si sa, ha cercato fortemente e ha ottenuto giocatori per così dire “jolly”, capaci di poter fare più ruoli quasi contemporaneamente senza per questo impuntare i piedi e protestare. Su tutti basti pensare a Taider, Kone o lo stesso Pazienza. Domani, vigilia del test amichevole con il Triglav, i rossoblù svolgeranno un’unica seduta di allenamento con inizio alle 10:30 presso il tanto chiacchierato centro tecnico. Un’amichevole però impoverita dall’assenza dei Nazionali che probabilmente creerà poco appeal tra gli spettatori.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.