Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

I forum dei tifosi del Bologna dopo l’arrivo di Diamanti e le parole del presidente Guaraldi su Ramirez hanno cominciato ad affrontare il tema vacanze e a smorzare i toni di una polemica che fino a questo momento si è rivelata ingiusta nei confronti della società. Certo se a questa società dovessero essere tolti ramirez e Mudingayi senza essere rimpiazzati il giudizio cambierebbe, ma fare il processo alle intenzioni non è né giusto né ragionevole. Forse il movimento preventivo per non vendere Ramirez è stato utile a spegnere qualche voglino di sistemare definitivamente i conti fin da questa stagione, ma per una volta l’aspetto tecnico e la pressione dei tifosi hanno fatto capire che a meno di una offerta strepitosa è meglio non far muovere il giocatore. Anzi, se vogliamo, i 10 milioni netti chiesti dal Bologna sono anche troppo pochi. A quella cifra potrà tranquillamente venderlo anche il prossimo anno, ma se esplode come Pastore, che è andato in Francia per 42 milioni, è chiaro che varrebbe la pena blindarlo direttamente.
Ora manca praticamente una pedina, quel difensore centrale che possa agire anche da laterale che si giocano in tre: Sorensen, Moras ed è entrato nel calderone dei papabili anche Andrea Raggi. Certo la pista del giovane norvegese sarebbe quella più futuribile specie se in comproprietà ma il costo dell’operazione, intorno ai 2 milioni di euro la renderebbe un investimento non compatibile con le casse rossoblù. Avendo comunque già investito su Diamanti, lo stesso Ramirez e Acquafresca, potrebbe accontentarsi di rinforzare il reparto con due giocatori di buon livello e rodati come Moras o Andrea Raggi, inviso lo scorso anno a Longo ma molto motivato e che siamo certi qui a Bologna ritroverebbe quella voglia di giocare che lo ha condizionato sia fisicamente che moralmente lo scorso anno a Bari.
Guardando le rose delle squadre che faranno il campionato del Bologna non c’è dubbio che la squadra rossoblù sia la più forte, forse avvicinata dal Cesena che sta costruendo davvero un bel gruppo e dunque i tifosi potrebbero anche riconoscere alla società qualche merito. La fiducia si dovrebbe capire dagli abbonamenti, che in prelazione sono stati molti, mentre in questi giorni l’afflusso si è diradato anche perché i nuovi abbonati devono prima recarsi nelle filiali carisbo per sottoscrivere la tessera del tifoso, quindi passare da Emilbanca per l’abbonamento, una procedura un po’ lunga, mentre in molti aspettano il ritorno dalle vacanze e la fine del mercato per la sottoscrizione.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.