Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Bologna quasi totalmente da inventare per quanto riguarda il centrocampo. Così sembra la squadra dopo l’annuncio delle convocazioni in vista della partita di Novara. Non saranno della compagnia per scelta tecnica sia Garics che Paponi, così come Gavilan che ieri pomeriggio ha giocato tra i titolari, oltre agli infortunati Gillet, Antonsson, Cruz e Perez, il quale comunque è pure squalificato. Gli ulteriori esami all’uruguagio hanno escluso problemi muscolari e dunque all’inizio della prossima settimana dovrebbe unirsi ai compagni per preparare la partita con la Lazio. La certezza di Pioli è il modulo. La scelta è il 4-3-1-2, questo nonostante Di Vaio abbia detto che il Bologna le cose migliori le ha fatte con i 4 centrocampisti. Per, ora, comunque, il tecnico non ha dubbi, anche se i protagonisti sono da scegliere. In mezzo la certezza è Mudingayi, poi si giocano una maglia Casarini e Pulzetti a destra, mentre Konè dovrebbe agire a sinistra. In attacco è sempre stato provato il trio formato da Diamanti, Di Vaio e Gimenez, ma il tecnico ha precisato di aver parlato con Ramirez e di considerarlo una grande risorsa per il Bologna. In difesa c’è il rientro di Niccolò Cherubin. Dopo il lungo infortunio muscolare che lo ha fermato ad inizio campionato giocherà accanto a Portanova, sia a causa dell’infortunio di Antonsson, ma soprattutto perché il Bologna crede nel ragazzo, che vuole in questa stagione ricambiare la fiducia della società. A destra e ci sarà Raggi mentre a sinistra dovrebbe essere confermato Morleo, anche se in settimana anche a Vitale è stata data l’opportunità di mettersi in mostra.
Dall’altra parte il Novara di Tesser si schiererà esattamente con lo stesso modulo, con Dellafiore e Gemiti esterni, mentre centrali sono Ludi e Paci. Il centrocampo a tre è fatto soprattutto da corridori, con Giorgi, Porcari e Rigoni, mentre sarà Pinardi a cercare di innescare Granoche e l’ex rossoblù Meggiorini.
Ad arbitrare l’incontro è stato chiamato Doveri di Roma, coadiuvato da Viazzi e Liberti.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.