Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Domani Bologna si vestirà a festa per celebrare il suo santo patrono, come vuole la secolare tradizione. E’ un anno speciale questo per la maestosa basilica che porta il nome di Petronio, ora libera dagli incartamenti che l’hanno tenuta nascosta ai bolognesi per anni, e che proprio domani sera sarà avvolta da una nuova luce: alle 23 infatti si accenderanno le sorgenti luminose Led a basso impatto energetico che integreranno l’illuminazione pubblica di Piazza Maggiore. Le luci diverranno poi permanenti, con i led che, proiettati sulla facciata metteranno in risalto le statue e i rilievi recentemente restaurati, grazie al progetto patrocinato da Ascom Bologna e dall’associazione panificatori bolognesi. Anche questa sera, vigilia della festa, la basilica sarà protagonista con un concerto dedicato ai maestri bolognesi dei primi del Seicento, con vespri concertati a più cori. Alle 20.30 sarà la volta della ‘Bologna Byke Night’, suggestiva passeggiata clicloturistica serale.
Ma veniamo alla giornata di domani. Alle 12:45 si terrà la benedizione della città sotto alla statua di San Petronio in Piazza di Porta Ravegnana; alle 14, spettacolo delle bandiere in Piazza Maggiore; alle 17 la Santa Messa in Basilica, presieduta questa volta da Mons. Giovanni Silvagni, vicario generale di Bologna, in sostituzione del Cardinale Carlo Caffarra, impegnato a Roma per il sinodo sulla famiglia. Seguirà la processione e poi il concerto delle verdi Note dell’Antoniano. Poi ancora musica gospel e spettacolo “luce – acqua – fuoco”, prima dell’attesa illuminazione della basilica.
Anche la Coldiretti parteciperà alla giornata di festa donando ai cittadini le mele golden del territorio bolognese.

Categoria: Attualità
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.