Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Non hanno fatto andare su tutte le furie solamente i cittadini e i pendolari gli aumenti dei prezzi dei biglietti dell’autobus annunciati dal Comune di Bologna a partire dall’inizio del mese di agosto, il secondo in poco più di due anni dopo quello deciso dal commissario straordinario Anna Maria Cancellieri nel febbraio del 2011.

Se le ragioni degli utenti si possono sintetizzare in servizio pessimo, mezzi sporchissimi, senza aria condizionata e in ritardo, e pochi controllori, anche il mondo delle associazioni dei commercianti, della politica e dei sindacati si rivoltano contro la decisione di Palazzo d’Accursio, ognuno con motivazioni differenti.

Per Giancarlo Tonelli, Direttore generale di Ascom, il provvedimento «rende ancora più complesso affrontare la vita di tutti i giorni».
«Gualtieri inadeguata, si dimetta», la dura posizione del Consigliere comunale del Popolo della Libertà Michele Facci.
E si aspettano di essere riconvocati dal Primo Cittadino Virginio Merola i segretari della Cgil, della Cisl e della Uil Danilo Gruppi, Alessandro Alberani e Gianfranco Martelli, visto che pochi mesi fa avevano siglato un accordo di bilancio che prevedeva il blocco delle tariffe, e l’Amministrazione ha cambiato le carte in tavola nel giro di un pomeriggio.

(Nel servizio, l’intervista ad Alessandro Alberani, Segretario della Cisl metropolitana di Bologna)

E non ha convinto praticamente nessuno la rassicurazione che per i prossimi tre anni non verrà messo in campo nessun altro rincaro dei prezzi.

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_biglietti_bus_20130719.mp4
Categoria: Attualità
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.