Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Una rapina ad una gioielleria, in trasferta, per riuscire a pagare i pranzi già programmati per le comunioni dei figli.
Prima un sopralluogo, con il pretesto di essere interessati all’acquisto di un anello.
Poi, il 23 marzo, il tentato colpo, degenerato in una colluttazione particolarmente violenta con il gestore.

Ora i quattro rapinatori di via Dagnini a Bologna hanno un volto e un nome. Due, i padri di famiglia, sono incensurati.
E la particolare violenza dimostrata nel corso del colpo, i Carabinieri la spiegano proprio come una reazione a quella necessità di procurarsi denaro a tutti i costi.
Per pagare, fra l’altro, anche il viaggio da Brindisi.

(Nel servizio, l’intervista al Maggiore Luca Toti, Comandante del Nucleo investigativo dei Carabinieri di Bologna)

Fondamentale, per l’individuazione e l’identificazione della banda, la segnalazione di un passante che era riuscito a memorizzare il modello e una parte della targa della macchina su cui i quattro erano fuggiti.
Informazioni successivamente incrociate con le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza dell’ autostrada.

(Nel servizio, l’intervista al Maggiore Luca Toti, Comandante del Nucleo investigativo dei Carabinieri di Bologna)

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_carabinieri_rapina_20130417.mp4
Categoria: Cronaca
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.