Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Rapina aggravata in concorso e resistenza a pubblico ufficiale. Sono le accuse con cui i Carabinieri di Bologna hanno arrestato un bolognese di 31 anni, responsabile, insieme ad un complice, della rapina messa a segno lunedì scorso ai danni dell’Albergo Giardinetto di via Massarenti. I due rapinatori hanno puntato il grosso coltello alla gola del portiere di notte, lo hanno minacciato di morte e sono fuggiti dopo essersi fatti consegnare 320 euro. Era mezzanotte e mezza qualche minuto più tardi uno dei due malviventi è stato bloccato nei pressi di via Zanolini dai militari allertati dal portiere. In una colluttazione con un carabiniere che lo ha inseguito nel cortile di un palazzo, prima di essere immobilizzato, l’uomo ha anche tentato di sferrare più di una coltellata al militare, ma i colpi ne hanno solo bucato il giaccone.
Oltre all’arma, l’uomo aveva con sé un passamontagna in pile, un paio di guanti in pelle e 194 euro in contanti. Proseguono le indagini finalizzate a rintracciare l’altro autore del delitto.

Nel video: intervista a Mauro Ziani, Comandante Nucleo Radiomobile Carabinieri Bologna

Categoria: Cronaca
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.