Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Pioli ha detto che punta al massimo e finora il massimo è Gaston Ramirez. Appena tornato dalle Olimpiadi di Londra l’uruguagio ha preso le misure ed è sceso in campo nell’amichevole di ieri a Sestola con la Giacomense. Prima 45 minuti impalpabili e la squadra sotto 1-0. Le scelte di Pioli sembrano già indicare una squadra che va verso quella titolare: Curci in porta, quindi Antonsson, Natali e Cherubin centrali, con l’ingresso dal 61′ di Carvalho; sugli esterni sono stati scelti Motta con Garics dal 61°, quindi Taider, ePerez al centro, con Abero a sinistra. In avanti il duo Ramirez, Diamanti e Acquafresca come unica punta. Gli 800 tifosi presenti, che hanno esaltato soprattutto i due trequartisti, non possono certo essere stati contenti per i primi 45 minuti, giocati a ritmo blando e decisamente composto dai rossoblù, probabilmente appesantiti dal robusto lavoro svolto nell’ultimo mese. Inoltre, ovviamente, gli avversari per fare bella figura non hanno lasciato nulla al caso e dunque hanno messo grande impegno, andando in rete con Caddeo al 29′.
Alla fine dei 40 minuti della prima frazione un po’ di mugugni, ma dopo 7′ ci ha pensato subito Ramirez a far capire che se potrà ancora essere della partita il prossimo anno vorrà farlo da protagonista e con un robusto tiro da fuori non ha dato spazio a Poluzzi. Passano solo 10 minuti e il Nino fa il bis: punizione dai 25 metri e ancora una perla. Poi c’è spazio per acquafresca, che liberato da un bel lancio, di destro riesce a mettere il pallone nell’angolino basso. Ultimo applauso ancora per Ramirez che da lontano centra la traversa a portiere battuto.
Oggi riposo per tutti e da domani ultima settimana di preparazione in Croazia: in mattinata si va in pullman a Novigrad, dove soggiornerà fino a sabato 11 agosto per partecipare ad una tournèe. Durante la permanenza nella cittadina della costa istriana, il Bologna disputerà due test amichevoli: mercoledì 8 alle 19 a Pola contro l’Istra 1961, che ha chiuso al 9° posto l’ultimo campionato croato di massima serie (1.HNL), sabato 11 alle 17 a Novigrad contro i padroni di casa del NK Novigrad, squadra di terza divisione. Intanto si è giocata ieri la prima partita di qualificazione per la coppa Italia che vedrà l’avversario del 18 agosto per il Bologna: a Gubbio, il Ponte San Pietro Isola si è imposto 5-4 dopo tempi supplementari (4-4 al 90′) eliminando gli umbri: nel 2° turno della manifestazione, in programma domenica 12, il Varese ospiterà il Ponte S.Pietro.
Intanto c’è attesa per il giudizio della Disciplinare per il 1° grado del processo sportivo. Le voci che giungono da Roma sembrano positive, con la speranza che possa essere derubricata il tentato illecito di Portanova a semplice omessa denuncia: ciò porterebbe automaticamente allo scagionamento di Di Vaio e ad una semplice multa per il Bologna. Si tratta del risultato a cui i difesnsori aspirano e che se non ottenuto in primo grado sarà cercato nei successivi gradi di giudizio. Da mercoledì, probabilmente, se se saprà di più.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.