Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20160310.mp4

Mancano 48 ore a Inter Bologna, anticipo della 29^ giornata di campionato tra Inter e Bologna. A dirigerte l’incontro è stato designato Calvarese di Teramo, mentre il Bologna è tornato in campo questa mattina per una seduta tecnico tattica a porte chiuse dopo la bella serata di ieri, quando, nella bella cornice dello stadio dall’Ara, Donadoni ha fatto provare ai suoi una seduta in orario molto vicino a quello del Meazza. Molta serenità da parte del tecnico che all’ingresso è stato molto applaudito dai 300 tifosi e prima della partitella a ranghi contrapposti si è divertito a partecipare al torello di riscaldamento assieme ai suoi ragazzi. In vista della partita qualche indicazioni può essere arrivata dall’utilizzo di alternato di Brienza e Rizzo accanto a Destro e Giaccherini. In difesa il tecnico ha continuato a provare Rossettini da centrale e dunque è chiaro che si giocano una maglia Mbaye, favorito, viste le ultime buone prestazioni, è Zuniga, che sta prendendo quota verso la fine del campionato.
Più che la squadra sono sempre le voci sul futuro di Donadoni a riempire siti e giornali. In un sondaggio della Rai il tecnico del Bologna sarebbe quello preferito dai tifosi alla guida della Nazionale, ma la situazione dovrebbe avere una definitiva schiarita tra una decina di giorni, dopo la seconda trasferta consecutiva a Bergamo, quando tonerà a Bologna Saputo. Proprietà e allenatore si vedranno perchè è questo il momento in cui si costruisce il futuro, specie per una squadra che conosce già quale campionato andrà a giocare la prossima stagione. E quindi lo stesso Chairman vuole definire quale sarà la guida tecnica, senza dover eventualmente aspettare chiamate da parte di Milan o Nazionale.
Il fatto che sia stato lo stesso allenatore a far sapere che in caso di salvezza il suo contratto si sarebbe allungato automaticamente al 2018 fa sperare che non venga distratto da eventuali sirene. Ma da questo punto di vista è meglio mettere subito paletti per non correre rischi successivamente. Anche perchè un po’ tutti hanno tessuto le lodi di Donadoni, compreso Destro che a Stadio e Sky ha affermato che il tecnico: “ ha dato una forte impronta alla squadra: dal suo arrivo stiamo facendo grandi cose, cercando di imporre il nostro gioco domenica dopo domenica. E’ un aspetto importante per una squadra molto giovane come la nostra”. Rispetto al suo futuro, invece, l’attaccante ha detto che si augura di conquistare l’Europeo ma che è conscio che la scelta di Conte dipenderà solamente da lui.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.