Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Nonostante l’incertezza sull’attaccante titolare e con la spada di Damocle di Diamanti, è stato uno Stefano Pioli decisamente ottimista quello che ha presentato questa mattina a Casteldebole il primo giorno di raduno del Bologna. Senza più Perez, Gabbiadini e Gilardino, per quanto riguarda l’undici titolare, sono arrivati Della Rocca a centrocampo, il giovanissimo francese Yaisien e in attacco il prestito dall’Inter di Alibec, talentuoso, quanto, si dice, estroverso.
E’ di ieri il rinnovo, anche se non ancora ufficializzato, dell’accordo con la Roma per Curci, mentre dal mercato i nomi per sostituire Gilardino sono diversi. Prima di tutto lo stesso Gilardino: dopo che non è andato a buon fine l’incontro Genoa-Roma, si spera che Gilardino possa pensare che un’altra stagione al Bologna possa essere il viatico migliore per conquistarsi ilrtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_calcio20130708.mp4 Mondiale, visto che nella capitale sarebbe il vice di destro e a Genova non ha trovato l’ambiente giusto.
Inoltre non si sono ancora perse del tutto le speranze per Santa Cruz, mentre solo dopo queste due opzioni c’è quella legata a Bianchi. Per il posto di Gabbiadini Pioli ha parlato a lungo di Lazaros Crhistodoulopoulos, ma nell’idea del Bologna c’è il rumeno Grozav per il quale si attende l’accordo con la società sulla base del prestito con diritto di riscatto.
Infine la partita delle cessioni. Pioli ha parlato di un documento lasciato alla società nel quale si chiede che la rosa possa essere di 24-25 effettivi più quattro ragazzi della Primavera. Lo scorso anno il Bologna era composto da 32 giocatori e molti non hanno neppure visto la panchina. Ora il compito di Zanzi è soprattutto quello di poter sfoltire un nucleo che ha giocatori come Acquafresca, che sulla carta non rientrano nei piani ma che fino ad ora, insieme a Moscardelli, sono gli unici attaccanti di ruolo e dunque non potranno essere ceduti fino a quando non si trovano sostituti.
La preparazione del Bologna, iniziata nel pomeriggio di oggi con test atletici e visite mediche, proseguirà tutta la settimana in città, quindi lunedì 15 si salirà fino al 27 luglio ad Andalo dove chiuderà il raduno con la partita contro i greci del Kalloni, poi dal 29 fino al 4 agosto il classico ritiro di Sestola, sull’appennino modenese, e dal 5 al 10 agosto breve tourne inglese con le partite del 6 contro lo Stoke City e 10 contro il West Bromwich Albion. Quindi l’attesa per il primo impegno ufficiale di Coppa Italia del 17 agosto.
Dal raduno di oggi mancano ancora alcuni giocatori: gli infortuni di fine stagione per Antonsson e Cherubin li costringeranno a lavorare a parte ancora per almeno un mese e quindi dovrebbero essere pronti per l’inizio del campionato. Arriverà direttamente per la partenza di Andalo Taider, impegnato con la nazionale algerina, mentre si attende per il 22 il capitano, Alessandro Diamanti e Gimenez, uruguagio fuori dai piani di Pioli. Attesa, anche per il mister, per i giovani che si aggregheranno alla prima squadra Alex Ferrari, Marco Maini, Palomeque e Luca Veratti, lo scorso anno 18 reti con la Primavera.

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_calcio20130708.mp4
Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.