Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/RVM_BOLOGNA_20150213.mp4

L’impressione è che domeni con la Ternana potrebbe essere il giorno buono per qualche inserimento in una squadra che sta facendo bene, ma anche dalle parole del tecnico, potrebbe fare meglio. Non certo dal punto di vista dei risultati, visto che cinque vittorie e un pareggio in sei partite è una media eccellente, ma certamente il Bologna qualche dubbio lo ha lasciato sia dal punto di vista dello spettacolo, sia nelle partite casalinghe, quando è necessario fare la gara e giocare contro avversari che si chiudono a riccio e ripartono in contropiede. Lopez ha una chiave di lettura: bisogna essere capaci di far girare più velocemente il pallone, tenerlo basso e servire meglio gli attaccanti. Dal loro punto di vista questi ultimi devono fare le scelte migliori senza farsi prendere dalla frenesia o dall’egoismo. Ecco, allora, che negli allenamenti diventa sempre più importante esercitarsi nel tocco di palla veloce, nel cambiare il gioco da una parte all’altra del campo con un solo passaggio, piuttosto che negli inserimenti delle mezzale, che possono diventare un grimaldello importante per sfondare in difese dense e molto basse.
Per quanto riguarda i singoli, la rifinitura ha visto in difesa Oikonomou e Gastaldello assieme, con Mbaye e Masina sulla fasce. Dall’altra parte Ceccarelli e Paramatti, con Maietta e Ferrari. Se Ceccarelli e Masina sembrano per ora inamovibili, si potrebbe pensare che possa essere arrivato il momento di Gastaldello, per Oikonomou più che per Maietta. Gastaldello e Maietta hanno giocato insieme l’ultima volta dieci anni fa nel Crotone, ma ora si ritroverebbero con un’esperienza da vendere che ne farebbe davvero la coppia più forte della serie B.
Anche a centrocampo la qualità e la quantità non mancano. Matuzalem ha perfettamente recuperato e Lopez ha fatto capire che il brasiliano sarà regolarmente al suo posto. Ha spiegato anche che la scelta di non impiegare Ziculini è semplicemente tecnica. Ora vede meglio Casarini e Buchel, nonostante questi non sia ancora nelle migliori condizioni. Nelle ultime partite ha avuto sempre più spazio Krsticic, che ha mostrato grande dinamismo. Probabilmente si gioca una maglia proprio con Buchel. Se sulla trequarti Laribi è intoccabile, grazie alla sua vena realizzativa, in avanti Cacia e Sansone sono ancora la coppia preferita dal tecnico, che ha voluto tessere le lodi per l’impegno a Improta, mentre è chiaro che non vede l’ora di dare il proprio contributo anche Mancosu, al quale fino ad ora sono state concesse poche occasioni.
A dirigere l’incontro è stato chiamato Merchiori di Ferrara, coadiuvato dagli assistenti Valeriani e Caliari e dal quarto ufficiale Caso, mentre domani si attendono circa 17-18.000 spettatori al Dall’Ara grazie all’iniziativa per la quale è stato lasciato ad ogni abbonato la possibilità di invitare seduto nel posto accanto una persona pagando un solo euro.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.