Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_matteo_20140211.mp4

Natali ancora a riposo, squadre mischiate, esercizi soprattutto di possesso palla per continuare a rodare il nuovo credo di Ballardini: tenere palla e provare a giocare. Una teoria che ha portato il Bologna a conseguire nove punti nelle ultime sette gare, con due vittorie e tre pareggi, molti più di quelli fatti dalle altre sei squadre che lottano per non retrocedere: solo tre per il Sassuolo, con una vittoria e sei sconfitte, così come il Chievo, che però li ha conquistati con tre pareggi e quattro sconfitte. Uno in più il Livorno, che con una vittoria, un pareggio e cinque sconfitte sta viaggiando veramente piano, così come il Cagliari, che ha tre punti in più dei rossoblù ma viene da una vittoria e quattro sconfitte nelle ultime cinque. Dunque se la media venisse mantenuta la salvezza quest’anno rischia di essere addirittura sotto i 30 punti. Non sarà così perchè alla fine le squadre che sono salve qualche punto lo lasciano, nello stesso tempo finora le sfide tra le piccole e le grandi sono state tutte a favore delle prime eccetto una e dunque la salvezza dipenderà molto dai tredici confronti diretti che vi saranno da qui a fine stagione.
Intanto Ballardini sta lavorando in una settimana molto corta visto che si gioca venerdì sera. Per questo ha scelto durante la settimana di non aprire l’allenamento al pubblico, anche se una ventina di tifosi si sono ritrovati comunque davanti ai cancelli, diventati oramai il loro Bar Sport. Sul campo principale di Casteldebole due squadre mischiate, senza la pettorina, ad esempio, il centrocampo titolare di Torino, Perez, Lazaros e Krhin, dall’ altra parte Ibson, Kone e Friberg, l’unica incertezza riguarda solo Natali, il cui problema muscolare non gli ha permesso neppure oggi di scendere in campo con i compagni. Se il difensore non sarà dei giochi neppure domani, probabile che il trio dei difensori possa essere formato da Antonsson, Sorensen e uno tra Mantovani e Cherubin, mentre in avanti, dovrebbe essere confermatissima la coppia Bianchi-Cristaldo. Il dubbio riguarda a centrocampo l’utilizzo fin dal primo minuto di Ibson, piuttosto che riproporre, come con la Lazio, i due greci nel ruolo di mezzala. L’allenamento di domani e la rifinitura di giovedì dovrebbero sciogliere gli ultimi dubbi.

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.