Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Lo avevamo anticipato ieri. La situazione tecnica è molto grave e anche il presidente Guaraldi non ha potuto fare orecchie da mercante al grido di dolore lanciato da Pioli con il quale ha analizzato la partita di domenica sera. Chissà se il presidente gli ha fatto notare che anche l’aspetto tattico era da tutti indicato come sbagliato e non sufficientemente coperto.
Nello stesso momento sembra che negli ultimi sei giorni di mercato l’obiettivo del terzino destro e della seconda punta non siano più in discussione. L’unico problema è che si sta cercando una toppa non troppo costosa, rischiando che il buco non venga coperto a sufficienza. Se il difensore è peggiore di Garics, allora va bene Crespo, se la seconda punta non è un giocatore con un po’ di reti sulle spalle è inutile. I nomi sono sempre gli stessi. Grozav su tutti, ma il costo è divenuto di 800.000 euro per il prestito e tre milioni a giugno per l’acquisto, dopo le tante reti nei preliminari di Europa League, mentre più a buon mercato sembra lo juventino Boakye, che lo scorso anno ha fatto molto bene nel Sassuolo.
In difesa i due nomi più gettonati sono quelli di Mantovani e del ritorno di Christian Zaccardo, ma per entrambi gli stipendi sono molto onerosi, ovvero 700.000 euro il primo e 900.000 il secondo.
Intanto oggi sarà per la squadra un giorno importante di riposo dopo il defaticante di ieri. Ci sono da recuperare Morleo, fermato da un infiammazione in via di guarigione e sperare che Perez abbia messo un po’ più di benzina nelle gambe, anche perchè poi il giocatore partirà per la Nazionale e tornerà solo nell’immediata vigilia dell’incontro a Udine.
Per Pioli il difficile compito di pensare a come rivoltare la squadra come un calzino senza buttare via il lavoro tattico di due mesi di ritiro, ma è chiaro che è necessario dare più forza al centrocampo e utilizzare meglio i tanti trequartisti. Si può pensare ad un 4-3-3 con Kone e Diamanti larghi sulle fasce, ad un 2-1 con gli stessi due a svariare dietro a Bianchi, oppure a Diamanti dietro alle due punte. Ma nella rosa di oltre 30 giocatori c’è solo Moscardelli in grado di fare quel ruolo, perchè Acquafresca è prima punta forse più di Bianchi, mentre Alibec è fuori uso e Yasien ancora troppo acerbo.
Dunque non c’è tempo da perdere, Pioli avrebbe bisogno fin da subito di un rinforzo, magari già con la partita con la Samp. Di solito si attende l’ultimo secondo per risolvere gli affari ma se per caso qualche cosa non funzionasse nella confusione degli ultimi istanti di mercato e i rossoblù si dovessero trovare a piedi sarebbe una disgrazia e quindi meglio pagare qualcosa in più ma dare garanzie a Pioli e a tutta la città.

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20130827.mp4
Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.