Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Il giorno dopo i tifosi tengono il fiato. Consorte è stato chiaro: le trattative devono chiudersi entro il 5 dicembre per non incorrere nel rischio fallimento. Si parla o di un solo proprietario o di un gruppo ristretto con uno che comunque detenga più del 50% perché sia chiaro chi comanda. La politica interviene, con l’IDV e Paolo Nanni che mette sul chi va là da Consorte dopo il caso Unipol, mentre ad una radio Cazzola e Sabatini sono protagonisti di un forte diverbio per l’accusa da parte del proprietario della Virtus, di interessarsi al Bologna solo per poter sfruttare politicamente l’intervento. Intanto Romano Prodi da tifoso ha soltanto accennato ad un “soffro, soffro, mentre il numero uno di Unindustria Marchesini, ha definito il tentativo di Consorte come “serio, anche se spero ce ne siano altri. Noi faremo di tutto perché il Bologna si salvi. Intanto la festa dei tifosi a Crespellano è stata quella del ritorno di Maurizio Cevenini tra i tifosi dopo il malore per il quale ha dovuto rinunciare alla corsa a sindaco di Bologna. In mattinata Amelia Frascaroli lo aveva indicato come punto d’unione tra società e tifosi e lui tiene quotidianamente monitorata la situazione.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.