Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

E’ un Bologna molto incerottato quello che domenica va a Latina, ma una buona notizia c’è. Cacia ha perfettamente recuperato dall’affaticamento che l’ha costretto a due giorni di allenamento differenziato, mentre Laribi si è allenato a parte e dunque vuole dire che la distorsione subita ieri è importante, ma non l’ha costretto al riposo obbligato. Se si tratta solo di dolore le 24 ore che questa settimana ha in più per l’impegno della Nazionale potrebbe anche portare Lopez a rischiare il suo trequartista, in possesso di caratteristiche uniche rispetto ai compagni. Il tecnico, infatti, deve già fare a meno dell’asse centrale di difesa e centrocampo, quindi di Maietta e Matuzalem, quindi poter contare sulla duttilità del centrocampista potrebbe essere utile per non dover cambiare modulo e disposizione tattica. In caso di sua assenza, ancora altamente probabile, Lopez ha provato sia un naturale sostituto, ovvero Zuculini, Bessa e Buchel, con Giannone dietro a Cacia e Troianiello, ma si potrebbe pensare anche all’inedito 4-2-3-1, con Buchel e Zuculini davanti alla difesa, mentre Troianiello, Bessa e Giannone lavorerebbero alle spalle di Cacia. In entrambi i moduli il sacrificato sarebbe Acquafresca, che se ha qualche possibilità di partire titolare è solo nel caso il tecnica mantenga il modulo che nelle ultime cinque settimane ha comunque portato a casa dieci punti.
Unico altro dubbio di formazione riguarda la fascia sinistra: con l’assenza di Morleo si giocano una maglia Abero e il giovane Masina. Se l’uruguagio lo si conosce abbastanza, specie nei suoi limiti, Masina è rimasto spesso a casa, neppure convocato, ma è chiaro che ha tutto per poter esplodere. Gli manca soltanto l’esperienza che si può fare solo cominciando a giocare. Su quella fascia il Latina ha un giocatore sulla carta molto forte, il trentatreenne brasiliano Angelo che ha giocato quasi dieci anni in serie A tra Lecce, Parma e Siena, giocatore di spinta che ha forse qualche limite proprio nella fase difensiva. Con il ritorno del tecnico Breda al posto di Beretta si dovrebbe mantenere il 3-5-2 come modulo, ma i laziali non avranno il portiere titolare Di Gennaro, espulso e dunque squalificato. Al suo posto ci sarà Farelli, anche lui arrivato dal Siena come Angelo e l’ex rossoblù Valiani. A centrocampo mancherà l’azzurro under 21 Viviani, mentre in attacco l’unica certezza è quella di Sforzini, con uno tra Paolucci e Pettinari.
Arbitra Maresca di Napoli, coadiuvato dagli assistenti Di Iorio e Zivelli e dal quarto ufficiale Pezzuto, noi seguiremo l’incontro domenica dalle 14.30 su Telecentro con il Pallone Gonfiato Live con Alberto Bortolotti e i suoi ospiti.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.