Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20140102.mp4

I tifosi accorsi a Casteldebole nel pomeriggio numerosi sono rimasti a bocca asciutta. Solo qualche autografo mentre i giocatori uscivano con le macchine, ma niente doppia seduta. Così ha deciso Pioli, che ha tenuto i suoi a lungo sul campo in mattinata, quasi due ore, per poi concedere loro una breve pausa per il pranzo e successivamente impegnarli in una seduta davanti al video. Dunque cambio improvviso di programma e uscita anticipata ma non certo meno lavoro.
La preoccupazione continua ad essere quella legata a Gianluca Curci. Il portiere continua la sua preparazione differenziata e terapie e difficilmente domani alle 15 lo vedremo in campo, sempre al centro tecnico di Casteldebole e rigorosamente aperta ai tifosi, nell’amichevole contro il Massalombarda, squadra che milita in Eccellenza. Nonostante questo il dottor Sisca rimane convinto che il numero uno lunedì pomeriggio a Catania sarà regolarmente tra i pali, nonostante il problema al soleo non possa essere da sottovalutare.
Per il resto non ci dovrebbero essere dubbi né sul modulo, né sulla formazione, visto che Pioli dovrà fare a meno di Garics e Diamanti squalificati e dei lungodegenti Sorensen e Cherubin. Dunque difesa a tre con Antonsson, Natali e Mantovani, a fare da diga Perez, tornato finalmente ai livelli che gli competono, insieme a Krhin. Sulle fasce tornerà titolare dopo il gol contro il Livorno Crespo, mentre a sinistra Morleo è in vantaggio sullo slovacco Cech, che sembra comunque cresciuto in queste settimane.
In avanti Kone tornerà al ruolo di trequartista, che lo ha visto protagonista nelle due partita giocate senza diamanti. Sia a Cagliari che a Parma è andato a segno, mostrando in quella posizione le sue potenzialità. E comunque tutta la squadra in assenza del capitano ha dato segnali molto positivi. Questo non certo per sminuire l’importanza di Diamanti, di gran lunga l’uomo di maggior talento della squadra e spesso trascinatore della stessa, come contro il Genoa. Nello stesso momento la sua assenza responsabilizza maggiormente tutti i compagni, consapevoli nei momenti di difficoltà di non poter contare su colui che normalmente si carica la squadra sulle spalle. Compito di Pioli per il resto della stagione dovrà essere proprio questo, cercare di caricare i suoi perchè possano, anche in presenza di Diamanti, essere capaci di di sentirsi protagonisti e necessari. Dopo l’amichevole di domani il Bologna proseguirà la preparazione verso Catania con un allenamento a porte chiuse sabato, quindi domenica mattina partenza per la Sicilia dove nel pomeriggio Pioli farà svolgere la rifinitura.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.