Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

‘Non si trova più da parcheggiare in centro’ è il più classico dei luoghi comuni e quanto mai attuale in questi giorni in cui non è mancato chi, tra coloro che sono abituati a girare in auto o in scooter, si è lamentato per la scarsità di pargheggi. Sorridono invece coloro che hanno fatto della biciclettta il mezzo abituale di spostamento, per loro più stalli, in totale 108 in più rispetto a prima. E’ la conferma dell’attenzione che l’amministrazione comunale riserva alla mobilità sostenibile e per un’ area del centro storico sempre più dedicata alla pedonalità. I 108 stalli per le biciclette andranno a scalzare quelli di moto e auto: ufficialmente saranno eliminati otto stalli per i motociclisti tra quelli autorizzati e in più verrà sottratto spazio a quelli non autorizzati, che sono ancora numerosi. Le rastrelliere per le bici hanno già preso posto all’angolo di via Chiudare e via Arienti e in via Caprarie. Altri dieci posti saranno ricavati tra Val D’Aposa e via Carbonesi, in via Solferino e Paglia, in piazza dei Tribunali, in via Lame e in via Montegrappa, a discapito dei parchegggi adibiti alle moto. Si legge nel piano straordinario di potenziamento di sosta ciclabile approvato dal Comune: “La presenza di un numero adeguato di rastrelliere costituisce un fattore basilare per garantire il parcheggio ordinato e sicuro delle biciclette”. Specifica il direttore del settore Mobilità Cleto Carlini: “Nel centro storico c’è una domanda crescente di sosta ciclabile, molto superiore all’offerta di posti bici su rastrelliera. La situazione è testimoniata dall’elevato numero di biciclette quotidianamente legate ai pali e alla segnaletica”.

Categoria: Attualità
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.