Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La festa è cominciata oggi a Fusignano continuerà domani a Budrio contro il Mezzolara per raccogliere fondi a favore di Sergio Isabella, e si concluderà venerdì a Granarolo, per concludera alla grande nel comune che tra un anno circa diventerà la nuova casa del Bologna.
Pioli ha quasi una decina di giocatori impegnati con le nazionali, oltre a Cherubin, Antonsson, De Carvalho infortunati e Curci convalescente e dunque spazio in queste sgambate, che sono soprattutto un modo per festeggiare una salvezza arrivata nella sostanza addirittura prima di Pasqua, con le tante persone che condividono la passione per i colori rossoblù. Ed ecco allora una improbabile formazione con Agliardi, tra i pali, Motta, Sorensen, Radakovic e Abero, quindi Pulzetti, Pazienza, e Guarente in mediana, con Pasquato e Riverola dietro a Moscardelli. Nella ripresa sono entrati tutti gli uomini a disposizione, da Lombardi ai primavera Palomeque, Ferrari, Pescatore, Veratti e Capello.
Per alcuni, come Perez e tutti coloro che saranno impegnati con le nazionali, una prima razione di vacanza è già cominciata. Peccato che prima di andar via non abbia risposto al Bologna sul futuro. Bastava dire grazie di tutto, mi sono trovato bene ma come molte storie ci si può salutare senza rancori. Ed invece non rispondere nulla è segno di poca considerazione e maleducazione, in contrasto con la natura del giocatore che in questi anni ha sempre dato dimostrazione di essere forse un uomo di altri tempi. Peccato lasciarsi così, non se ne vede la ragione. Ecco allora che il Bologna è già alla ricerca del sostituto perchè è vero che ci sono taider e probabilmente la conferma di Krhin, ma è necessario avere un centrocampista di peso, cosa che nelle 20 partite giocate dall’uruguagio è sempre stato importante. E questa personalità non l’hanno avuto ne Pazienza, né Guarente e neppure Pulzetti o Riverola. Ecco allora l’idea di riportare a casa Della Rocca dopo la stagione a Siena, la voce di Edgar Barreto in uscita dal Palermo, mentre sembra già fatta per il giovane Yaisien, diciottenne trequartista svincolatosi dal PSG al quale il Bologna dovrà solo il premio di valorizzazione Uefa. Per la difesa i soliti nomi dei clivensi Jokic e Cesar, mentre dalla grecia spunta interesse dei rossoblù per l’esterno destro Skondras in uscita dall’Atromitos. Infine la telenovela tra Diamanti e la Juve sembra non sarà breve. I bianconeri puntano prima a scegliere il top player, da Higuain a Ibrahimovic. Per i comprimari, come sarebbe Diamanti, si può far attendere e spendere le briciole, almeno secondo le intenzioni dei dirigenti bianconeri.

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20130522.mp4
Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.