Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20140213.mp4

Squadra che vince non si cambia. Ecco che Ballardini è rimasto così soddisfatto dalla prova dei suoi che anche oggi, nell’ultimo allenamento bolognese prima della rifinitura di domattina nel ritiro milanese, ha schierato la stessa squadra che ha ottenuto i primi tre punti della gestione Ballardini. Con il Milan dovrà essere aumentata la compattezza, specie in fase difensiva e magari, accrescendo l’autostima, anche il possesso palla. Il Milan martedì prossimo affronta forse l’impegno più importante della stagione, quello con l’Atletico Madrid e dunque è possibile che il pensiero, anche velatamente, sia rivolto a quella partita. Nella conferenza di oggi Seedorf ha solo elogi per il Bologna e soprattutto per i suoi due attaccanti, nello stesso momento è chiaro che questo incontro sarà un po’ la prova generale della Champions. “Dobbiamo essere intensi e propositivi” ha detto il tecnico del Milan, le stesse cose che contemporaneamente uscivano dalla bocca di Ballardini, che da Milano cerca conferme, specialmente per quanto riguarda la strategia, la compattezza e questo nuovo sistema di gioco, che vuole il Bologna non lavorare sull’avversario, ma proporre le proprie trame di gioco tenendo palla e facendola girare fino a trovare il pertugio giusto. Lo aveva fatto anche il Bologna di Pioli, nel momento in cui nelle scorse stagioni aveva cambiato ritmo, mai quello di quest’anno e dunque è necessario ancora rodaggio. Non sarà certo facile metterlo in pratica domani a Milano, e ancora di più sabato 22 contro la Roma, ma l’importante è provarci, anche perchè le successive cinque partite contro le dirette concorrenti dovranno essere quelle che daranno al Bologna la salvezza. Ecco, allora, che in porta ci sarà Curci, con Antonsson, Natali e Mantovani, quindi Garics e Morleo sulle fasce, con Perez davanti alla difesa, mentre Krhin e Christodoulopoulos agiranno da mezzali. In avanti la nuova coppia delle meraviglie, Cristaldo e Bianchi, con quest’ultimo sofferente ad una costola ma regolarmente in campo. Dall’altra parte Seedorf propone ancora il 4-2-3-1, con Abbiati in porta, Abate e De Sciglio esterni, mentre Rami e Zapata saranno i centrali. Montolivo e il nuovo arrivato Essien agiranno a centrocampo, con Poli, Honda e Taarabt dietro a Balotelli. A dirigere l’incontro sarà Bergonzi di Genova coadiuvato dagli assistenti Crispo e Preti e dal quarto uomo Meli. Giudici di porta Massa e Giacomelli. Infine fa piacere sapere che da domani anche gli ultimi dirigenti del Bologna sospesi torneranno regolarmente alle loro mansioni dopo la vicenda Ibson, decisamente ingigantita rispetto al suo valore reale.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.