Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

«DI SICURO SIENA sarà la squadra da battere. Noi abbiamo grandi giocatori e se troveremo la chimica giusta potremo provare a colmare il gap che attualmente c’è tra noi e loro». Parola di Brett Blizzard, uno che Siena l’ha conosciuta solo a livello contrattuale ma che del campionato italiano ormai si è fatto una cultura notevole. Dopo Fortitudo e Milano passiamo in rassegna la Virtus Bologna che dopo un anno disastroso culminato con la mancata qualificazione ai play off, si è resa protagonista di un mercato pirotecnico. Bynum è stato il primo colpo ma nessuno pensava che potesse schiudere orizzonti ancora più affascinanti. Perchè se l’ex play del Maccabi ha preso la via dell’Nba, proprio dall’Nba è arrivato Boykins con un contratto da capogiro (si parla di una stagione da 3.5 milioni di dollari con i premi). «Per molte squadre sarà difficile marcarlo – assicura Blizard. Può penetrare facilmente e noi abbiamo tanti tiratori che possono raccogliere i suoi scarichi quando la difesa cercherà di limitarlo. Con la sua bravura e l’esperienza Nba potrà facilitarci le cose». Più che ‘facilitare’ a Boykins la Virtus chiedere di ‘vincere’. Anche perchè prima di lui Sabatini non ha badato a spese riprendendosi il fidato Vukcevic per poi piazzare colpi a raffica: Arnold (dal Maccabi), Langford (15 di media a Biella), Righetti e Sharrod Ford. Poi i confermati Giovannoni Chiacig e, appunto Blizzard. Non manca quindi niente alla Virtus.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.