Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Anche al di là della vittoria scacciacrisi della Virtus, il weekend passato è stato finalmente positivo per diverse nostre squadre regionali. Ha vinto nuovamente la Fortitudo, in casa contro Padova, e per ritrovare due vittorie consecutive della banda biancoblù bisognava in effetti andare indietro nel tempo di un bel po’. Ieri l’avversario non era di certo dei più probanti: ultima in classifica, la formazione patavina è anche alle prese con tanti e seri problemi economici, e quindi la vittoria rotonda della F scudata potrebbe essere una rondine che non fa ancora del tutto primavera. Però qualche barlume di luce, dal ritorno di Lamma in poi, lo si è visto: il margine di recupero verso le posizioni di classifica più importanti ci sarebbe pure, quindi se i biancoblù hanno le capacità per raddrizzare la stagione, ora sarebbe davvero il momento di farlo. In Lega Due una ritrovata Ferrara ha letteralmente asfaltato San Severo, mentre Rimini, superando la coriacea Verona, si è riproposta in ottica 4° posto. Male invece Forlì, superata dalla più quadrata Veroli, e male pure Imola che, battuta in casa da Barcellona, rivede di nuovo i fantasmi delle 4 sconfitte consecutive incassate solo qualche settimana fa. Ma la situazione che preoccupa di più è sinceramente quella di Reggio Emilia, sconfitta a Pistoia e sempre più impelagata nella lotta per non retrocedere: dopo un primo quarto baldanzoso e speranzoso, chiuso sul +6, i reggiani hanno incassato un tremendo 47-19 di parziale nei successivi 20 minuti, dal quale nessuno si sarebbe mai riuscito a rialzare. Passa il tempo, e non si vede davvero la fine del tunnel nel quale Reggio si è incastrata: ed i tanti cambi di allenatore sinora messi in atto, più che risolvere la situazione sembrano addirittura averla peggiorata.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.