Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

I Lakers sono senza Odom, Golden State senza Stephen Jackson ed il lungodegente Monta Ellis. Ma non sono le assenze a determinare l’esito dell’incontro, bensì la forza dei lunghi di Los Angeles, che ha un Gasol dominante ben coadiuvato da Andrew Bynum. Troppo, per il solo, ottimo, Biedrins.

La notizia, per noi, riguarda però Marco Belinelli, che sfrutta le assenze di due esterni da quintetto, più quella di Morrow andato ad assistere alla nascita di suo figlio, per venire confermato nello starting-five, meritandosi 33’ di impiego sul parquet.

Una prestazione più che dignitosa, in particolar modo in difesa, dove Marco viene dirottato su Kobe Bryant, e riesce a limitare il figlio di Jellybean a soli 21 punti, con 9/20 dal campo.

In attacco, invece, dopo aver aperto le danze col primo canestro del match, Beli chiude la prima frazione con tre errori consecutivi. Con i Lakers che tentano la fuga grazie a Gasol, Nelson richiama l’italiano sul terreno di gioco dopo 3’ del secondo quarto, e l’ex-Fortitudo è utile (una tripla a segno), nel primo accenno di rimonta-Warriors, concretizzatasi nella seconda metà di gara.

Quando Marco realizza i primi due canestri dopo l’intervallo, che valgono il 55-56, col sorpasso che arriva un minuto più tardi, sul canestro di Crawford (59-58). Concentratissimo in marcatura su Bryant, per Belinelli ci sono pochi spazi in attacco -dove spesso arriva stremato -, ma è ugualmente suo il layup del 77-71 (massimo vantaggio) ad un minuto dalla terza sirena.

Rientrato sul +2 (85-83) a 8’33’’ dal termine, un paio di palloni persi e due errori al tiro pesano purtroppo come macigni nel bilancio del nostro, che viene richiamato tra le riserve dopo 5’, con gli ospiti involatasi sul 91-102 grazie ad un Gasol da 14 punti negli ultimi 12’.

Per Belinelli, 14 punti in 33’, 4/10 da due, 2/5 da tre, un rimbalzo, 3 palle perse e una recuperata, oltre a 2 fallli commessi. Adesso, ci sono un paio di giorni di riposo, prima di incontrare i Blazers al Rose Garden, sabato 10 Gennaio.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.