Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Buone notizie, per una volta, arrivano da entrambe le sponde di Basket City. La Virtus sorride per le condizioni di Viktor Sanikidze, infortunatosi ad una caviglia domenica durante la disputa dell’All Star Game: dopo esser stato sottoposto agli accertamenti, il giocatore è stato trovato in condizioni largamente migliori del previsto, al punto che, rivalutato nella mattinata di oggi, è stata stabilita la ripresa delle attività in campo già per domani. Notizia, questa, più che positiva per le V nere, dal momento che il georgiano è al momento il giocatore bianconero più affidabile nei pressi del canestro, dove Homan, pur con alti e bassi, il suo spesso lo fa ma Amoroso e soprattutto Martinoni stanno più o meno deludendo entrambi. In quest’ottica, l’eventualità di doversi di nuovo privare di Sanikidze (già spesso toccato quest’anno dalla malasorte) era davvero una mezza sciagura, per fortuna evitata. In casa Fortitudo, invece, le buone notizie vengono dal rapido peggioramento della situazione della vecchia società ancora in mano a Gilberto Sacrati. Gioire per le disgrazie altrui non è mai positivo, ma dal momento che sembrava davvero impossibile liberarsi del vero affossatore della F scudata, anche il prossimo fallimento di quest’ultimo è in effetti da salutarsi come manna dal cielo. La notizia è infatti che alcuni dei numerosi creditori della società hanno presentato istanza di fallimento, ed alcune di queste istanze sarebbero già entrate in fase esecutiva, con tanto di udienze previste per la metà di aprile. Tra questi c’è anche l’Erario, creditore della Fortitudo Pallacanestro per il mancato versamento degli oneri previdenziali di molti giocatori: e qui la cifra richiesta è importante, ampiamente superiore al milione di euro. Quindi, con tutta probabilità, Gilberto Sacrati, oltre a perdere il PalaDozza e (probabilmente) il marchio, si troverà a dover far fronte in tempi piuttosto brevi a una notevole parte dei suoi debiti, pena la dichiarazione di fallimento per la Fortitudo Pallacanestro. Così fosse, la Federazione Pallacanestro potrebbe affidare immediatamente il titolo sportivo alla nuova Fortitudo, quella nata dall’unione della casa madre con la ex Pallacanestro Budrio, ponendo fine alla triste vicenda che ha legato i colori biancoblù alla figura di Gilberto Sacrati.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.