Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Mai come in questo periodo ci si sta rendendo conto di come la situazione attuale del basket, quasi idilliaca per certi versi, sia ancora praticamente primitiva per altri. Ieri si è avuta una doppia conferma di questo, e, pur vertendo su faccende del tutto diverse e slegate, entrambe le diatribe riguardano comunque in prima persona la Fortitudo. Da una parte la brutta faccenda della monetina piovuta in testa al virtussino Terry, che si è risolta solo con una multa a causa della sportività del giocatore stesso, che si è rifiutato di “marciarci sopra” e che ha fortemente voluto ritornare in campo. Dal momento che gli spalti sono normalmente controllati da telecamere negli stadi, che sono grandi dieci volte di più di un palasport, non si vede perché non obbligare le società della palla a spicchi a monitorare compiutamente le proprie gradinate: con una spesa inferiore a quella del tesseramento di un giocatore mediocre, brutte faccende come quella di domenica scorsa si risolverebbero in 10 minuti. L’altra dimostrazione di quanto, per certi versi, sia ancora primitivo il basket, la si è avuta ieri all’atto dell’ufficializzazione del perché si dovrà rigiocare la partita tra Fortitudo e Montegranaro. A pagina 7 del documento si legge che la minor durata della gara non è stata in alcun modo colpa della Fortitudo, che si tratta quindi, papale papale, di un errore tecnico degli arbitri e dei giudici di tavolo. Sentenza, questa, che dichiaratamente danneggia la società che ha vinto sul campo, costringendola a rimettere in palio 2 punti già conquistati, ma soprattutto apre alla possibilità di infiniti ricorsi futuri: a questo punto si potrà chiedere la ripetizione di qualsiasi gara per un fallo non visto, per un’infrazione di campo o di piede non sanzionata, per qualsiasi anche minimo errore arbitrale. Difficile immaginare un autogol peggiore di questo per il basket nostrano.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.