Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Era ora che la telenovela Basile avesse la propria conclusione, sinceramente non se ne poteva più. L’intera vicenda è stata sottolineata da 2 dati inoppugnabili: innanzitutto che il giocatore desiderava sopra ogni altra cosa la permanenza sulle ramblas, e che per questa ragione è passato indenne anche attraverso prove tumultuose (e nemmeno troppo serie, in verità) che il Barcellona, una dopo l’altra, gli ha issato davanti. Dietro alla volontà di Basile non c’è di certo irriconoscenza verso la Fortitudo (anche se i tifosi hanno gradito probabilmente poco il continuo saliscendi di questi giorni), quanto piuttosto una preferenza famigliare ben precisa: il giocatore di Ruvo di Puglia ha 3 bambine piccole, che sinora hanno vissuto l’intera esistenza in Spagna, con amici e scuole a Barcellona, e per una persona così fortemente attaccata alla famiglia come Basile una scelta così era abbastanza facile da immaginare, fin dall’inizio della vicenda. Il secondo dato inoppugnabile è che la Fortitudo ha seguito l’intera telenovela con grande attenzione ma senza alcun accanimento. Per esser chiari, l’uomo ed il giocatore Basile non è mai stato in discussione: ma, data l’età dell’atleta, qualche lecito dubbio la società se l’è posto, soprattutto per l’entità dell’investimento che sarebbe stato necessario per riportare l’ex capitano sotto le Due Torri. Quindi, in conclusione, possiamo dire che da questa vicenda escono tutti vincitori: Basile, che rimane come desiderato a Barcellona, la società spagnola, che mantiene il giocatore in organico avendo riveduto il contratto al ribasso, e pure la Fortitudo, che con i soldi risparmiati dall’affare Basile potrà probabilmente tesserare non uno ma un paio di giocatori americani, magari anche più integri fisicamente. Vanno bene le bandiere, insomma, ma se poi non vengono non è detto che sia un male.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.