Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Vigilia di finale di Coppa Italia in casa Fortitudo Unipol Banca Bologna. Arriva al Falchi domani sera il Nettuno che a Barcellona si è consolato del secondo, consecutivo posto d’onore in campionato, battendo il San Marino 3 a 2 nel primo campionato europeo di club. Si comincia alle 21. Per l’ultima gara casalinga della stagione, così prestigiosa, l’Unipol Banca non ha modificato le regole stabilite per tutto il torneo post-campionato. E dunque il posto unico costa 5 euro, gratuito è l’ingresso per chi aveva sottoscritto l’abbonamento alla seconda fase e alla (mancata) finale dell’Italian Baseball League. Gratis, come sempre, entrano bambini e bambine fino a 14 anni. L’occasione di Unipol Banca – Danesi Nettuno – replicata poi sabato sera in terra laziale dove se necessario si giocherà pure la “bella” – permette di chiedere al presidente del club felsineo Marco Macchiavelli un primo, sommario bilancio della stagione.
“Intanto teniamo moltissimo a questo trofeo – dice il presidente – anche se immagino che, come è tradizione dei nostri scontri con il Nettuno, si tratterà di una finale tiratissima”.
Domanda di rito, allora: la coppa ha “curato” i dolori per l’esito della stagione?
“Ha forse riequilibrato i valori, restituendo nitidezza all’immagine di tutta una stagione” spiega Macchiavelli.
E così ripercorre l’annata.
“Io credo che si sia trattato complessivamente di una stagione positiva. E parlo dal punto di vista del gioco. Certo capisco, e ho condiviso, la delusione per il black out della fase determinante nella corsa verso lo scudetto. Ma da qui a buttar via tutto, ce ne corre”.
Come spiegare allora il flop di quei giorni?
“Io lo definisco dieci giorni di buio – dice Macchiavelli – purtroppo venuti in un momento decisivo. Dieci giorni di follia che hanno rovinato la stagione. Ma non vorrei dimenticare un girone di andata a dir poco ottimo, un ritorno che forse ha rispecchiato meglio i nostri valori reali. Prima, come detto, di quei dieci giorni di follia”.
La Coppa Italia è l’occasione di voltare pagina…
“Non partiamo favoriti, ma neppure un gradino sotto l’avversario. Direi che è un fifty-fifty. Sarà una delle tante sfide importanti che due club blasonati come i nostri possono vantare”.
Nettuno sarà senza stranieri per la prima volta…
“Ma può schierare una nutrita e agguerrita schiera di oriundi, potrà avvalersi di Tavarez, ci saranno i giovani della fortissima Under 21 che ha vinto a mani basse il torneo alcuni dei quali abbiamo già visto in campionato”.
Con Pantaleoni recuperato, a giovani rispondono giovani…
“Certo. Marco Nanni ha convocato Fornasari, che attendiamo positivo come contro Grosseto; e poi D’Amico e da Castenaso Scagnolari e “Cocco” Dall’Olio”. Cognome importante, il suo, nel baseball.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.