Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Doveva essere vittoria e così è stato. La Fortitudo Bologna fa un altro passo avanti per la semifinale di domenica, battendo per 9 a 2 gli svizzeri del Bern Cardinals al termine di una partita che poteva rivelarsi molto insidiosa ma che invece, se si escludono le prime due riprese di gioco, è stata in scioltezza per gli uomini allenati dal Manager Marco Nanni. Sugli scudi uno strepitoso Francesco Fuzzi, autore di quattro valide su cinque turni nel box di battuta con quattro punti battuti a casa, Juan Carlos Infante, autore del secondo furicampo del suo torneo, e la coppia di lanciatori formata da Mattia Barbaresi (vittoria da partente) e Junior Oberto (salvezza in tre inning). Domani la sfida contro i tedeschi del Legionaere, quando già nel corso della giornata di oggi potrebbe arrivare la certezza dell’approdo alla Finale di domenica dove verrà deciso il nome della squadra che si giocherà il titolo europeo il prossimo agosto.
L’inizio per la Var Group Unipol è importante. Infante manda infatti oltre le recinzioni il quinto lancio del pitcher Marsnik per l’homer che apre la partita. Dall’altra parte Paulino risponde subito presente e imita l’avversario, indovinando lo swing e colpendo il fuoricampo dell’1 a 1. La battuta in doppio gioco di Obussier a basi piene, vale anche il punto del vantaggio per il team elvetico che si porta avanti sul 2 a 1.
La Fortitudo però non ci sta e ribalta subito il punteggio nell’inning successivo, grazie a una valida di Fuzzi e a una serie di errori difensivi avversari. Sul punteggio di 3 a 2 per Bologna, i Cardinals Berna tentano di rifarsi sotto, ma nonostante due valide colpite, non riescono a concretizzare. Bravo Barabresi a rispondere presente in un momento di difficoltà. Da qui in poi il pitcher felsineo sarà praticamente quasi intoccaibile, regalandosi il successo europeo per un compleanno ancora più bello da festeggiare.

Liverziani e compagni trovano il modo di allungare ancora alla quarta e quinta ripresa, siglando tre punti due dei quali portati a casa da Fuzzi, autore di una valida a basi piene nel quinto inning. Al settimo, la Var Group Unipol mette l’ombrellino nel long drink, con altri tre punti a tabellone. In questo caso i punti battuti a casa sono di Andrea D’Amico, Francesco Fuzzi e Nick Nosti.
Nelle ultime tre riprese di gioco è tempo di Junior Oberto sul monte di lancio biancoblu. Per l’ex pitcher del Grosseto arrivano cinque eliminazioni al piatto per una sola valida subita e una salvezza che porta la Fortitudo a un passo dal decisivo match di domenica pomeriggio.

Categoria: Sport, Sport varie
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.