Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Se si dovesse scommettere anche solo un euro, anche il tifoso più attaccato farebbe fatica a mettere l’uno per la partita di domani sera tra il Bologna e la Roma. Troppo lontana la qualità delle squadre, troppo forte la trazione anteriore di una squadra che quest’anno ha fatto più punti della Juve dello scorso anno, quindi sta viaggiando a ritmi impressionanti. Inoltre giocano il terzultimo attacco della serie A contro la difesa meno perforata. Anche Ballardini in conferenza stampa ha detto come oramai la forbice tra le prime della classe e le squadre che si giocano la salvezza è sempre più alto. Ma, per affrontare l’argomento con una banalità e ovvietà imbarazzante, si può dire che la partita parte dallo 0-0 e si gioca sempre 11 contro undici.
L’impressione è che il tecnico voglia cercare di confrontarsi con la Roma rubandole il tempo e le idee. E’ convinto che se fai giocare la squadra di Garcia, possa prendere immediatamente il sopravvento e se le viene lasciato campo non c’è scampo.
Meglio, allora, provare ad utilizzare al meglio la verve di Kone e Christodoulopoulos come mezzale, cercando di ripartire velocemente, chiedendo a Cristaldo di essere il primo difensore cercando di impedire la facile costruzione da parte di De Rossi, che se pressato potrebbe anche non riuscire a giocare con la solita precisione e l’altra punta Bianchi potrebbe approfittarne, come capitato a Torino con il pressing fatto da Morleo. Nella rifinitura del pomeriggio una sola variazione alla squadra provata nei giorni scorsi, l’utilizzo di Cherubin in difesa al posto di Mantovani come centrale di sinistra. Probabile che il tecnico li tenga in ballottaggio fino all’ultimo per far sì che ognuno di loro possa dare il massimo. Dalla panchina partiranno Ibson e Friberg, mentre in attacco la sola opzione è quella del romanista Moscardelli.
In casa Roma il tecnico spagnolo continuerà a sviluppare il suo 4-3-3, anche se deve rinunciare a capitan Totti e Maicon a destra, ma Torosidis prenderà il suo posto, con Bastos a sinistra, mentre centrali saranno Castan e Benatia davanti a De Sanctis. A centrocampo De Rossi comanderà le danze, con al suo fianco Strootmann e Pjanic, mentre in attacco l’imprendibile Gervinho assieme al recuperato Destro e a Florenzi.
A dirigere la partita sarà Massa di Imperia coadiuvato dagli assistenti Bianchi e Grilli e dal quarto uomo Cariolato. Giudici di porta Mazzoleni e Guida.
Seguiremo la partita dalle 20.40 su Telesanterno durante il Pallone Gonfiato Live, mentre dalle 23.15 il Pallone Gonfiato Classic con Alberto Bortolotti e i suoi ospiti.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.