Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Bolognesi all’attacco dei campionati italiani allievi di atletica leggera in programma da domani, venerdì, a domenica a Rieti. Foltissima la compagine della Francesco Francia, ben sette gli atleti accreditati del minimo di partecipazione. Riflettori puntati sui mezzofondisti, già protagonisti a Monza con il bronzo conquistato ai societari di corsa campestre: Marco Zanni, che difenderà sui 1.500 metri il titolo vinto lo scorso anno da cadetto sui 2.000 metri, Luca Riponi, che doppierà 800 e 1.500 e Fulvio Favaron, impegnato sui 2000 siepi. Attese anche dalla saltatrice Valentina Gallerani nel salto in lungo e salto triplo, come pure dal marciatore Stefano Cennerazzo nei 5 chilometri. Della partita anche Beatrice Nadalini nel lancio del peso, campionessa italiana uscente nella categoria cadette, e Carmen Paulet nei 2000 siepi.

Sono quattro, invece, gli atleti della Sef Virtus Emilsider, tutti in odor di podio. Apriranno le danze i neo primatisti regionali Andrea Poli nel lancio del martello (64,04 il suo record, terza misura nazionale) e Davide Piccolo nei 400 ostacoli, che con 53″68 è terzo nel ranking nazionale seguito a ruota dal compagno di allenamento Enrico Fiorini, che da poco si è laureato campione regionale con il tempo di 54″36. Completerà la lista, nel lancio del giavellotto, Luca Scozia che, con 56,06 metri detiene la quarta misura nazionale. Poker di prim’ordine tenendo presente che in questa stagione Fiorini, Piccolo e Scozia hanno indossato la maglia della Nazionale under 18.

Anche il Cus Ripresa Bologna, dopo lo straordinario terzo posto ottenuto nei societari a squadre (finale Oro femminile donne, a Lodi) sarà presente con due fanciulle: Martina Taglioli nei 100 metri accreditata del tempo di 12″66 e Chiara Leggeri nel lancio del peso, specialità in cui vanta la misura di 10,45 metri.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.