Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Vince la Fortitudo, ma che brutta Ferrara, imprecisa e sprecona (30% da tre, 45% da due), annichilita pure da 10 rimbalzi in meno: ad oggi la peggior squadra di serie A. La G Mac ha avuto sempre in controllo sulla partita, buon impatto anche dell’ultimo arrivato Strawberry (21 punti in 35’). Nonostante le nove palle perse, in regia Huertas ha ben sostenuto la squadra, orfana di capitan Lamma. In attesa del derby, ora la Fortitudo potrà affrontare l’impegno infrasettimanale di Eurocup con maggior tranquillità. Nel quintetto iniziale non c’è il nuovo arrivato Strawberry, che entra in campo dopo quasi 5’ di boiate assortite dei suoi compagni di squadra. La partenza è nervosa ( punteggi bassi per tutto il primo quarto) per entrambe le squadre. Dobbiamo aspettare ben 1’40” per avere il primo canestro di Jamison, mentre la Fortitudo in 4’ non ha ancora segnato. Dopo il 5-0 di Ferrara ecco Mancinelli siglare in contropiede. Primo vantaggio della G Mac ad opera di Slokar con la tripla del 9-8 e area colorata sempre più biancoblu. Secondo quarto, Ferrara continua a sparacchiare da tre, dopo 12’ ha un 2/8 poco edificante per la squadra, dopo 16’ in compenso ha tirato solo due liberi (sbagliandoli pure). Chiudendo ancora bene le aree, la Fortitudo è sempre in controllo, ha così il massimo vantaggio della prima parte di gara al 18° (29-20). La Carife ha parecchie palle perse e basse percentuali dal campo. Buona partita di Strawberrry 14 punti in 20’. Dopo il nuovo massimo vantaggio dell’Aquila, in 2’ Ferrara risale a -6 con la zona e due fucilate di Collins. Ad un minuto dalla fine del 3° quarto, Strawberry offre ai suoi tifosi la schiacciata del +11, poi la tripla del +14 con cui si va all’ultimo riposo. Il match comunque non decolla, ancora nefandezze assortite: cinquanta palle perse fra le due squadre in 30’ quasi un record. Mancano 4 giri di lancette alla fine e, ormai a +16, la Fortitudo chiude la pratica. Gara in naftalina, Mancinelli esce dal campo, i tifosi applaudono e, in attesa di qualche buona nuova dall’infermeria, già si preparano al derby.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.