Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Non è decisamente cominciata nel modo giusto la nuova stagione per Claudio Sabatini, proprietario della Virtus e di Ozzano: prima la squalifica per l’atteggiamento tenuto durante la gara casalinga delle V nere contro Cantù, poi la lettera aperta dei tifosi ozzanesi contro il suo avvento sulla plancia di comando del Gira, oggi l’ennesima tegola sul “bizzoso” Claudio, vale a dire una nuova squalifica, stavolta per un altro atteggiamento “scalmanato”, ma tenuto addirittura durante una gara di categoria giovanile. Ecco per esteso il nuovo comunicato di squalifica della FIP (Federazione Italiana Pallacanestro).

“CLAUDIO SABATINI (tess. Soc. GIRA PENTAGRUPPO OZZANO) : inibizione di giorni 15 con sospensione da ogni attività sociale e federale a tutto il 03/10/2010 per plateale comportamento non regolamentare, irriguardoso ed offensivo tenuto a fine gara (UGF Virtus Bologna – Cesenatico 2000) nello spogliatoio arbitrale verso i direttori di gara e gli UDC. Presente fra il pubblico e riconosciuto dagli arbitri. ART. 13(1-2) RG, 30(1b) RG, 31(1b) RG. inibizione a svolgere attivita federale fino al 3/11/2010 per comportamento irriguardoso ed offensivo tenuto, durante la gara, verso gli arbitri (30,1ab RG)”.

L’aggravante sarebbe appunto il fatto che i comportamenti “irriguardosi ed offensivi” non sarebbero avvenuti in campo, durante la partita, bensì a fine gara, direttamente nello spogliatoio degli arbitri: episodio che ricorderà il triste precedente nel quale, alla fine del match tra Virtus e Siena, lo stesso Sabatini negli spogliatoi arbitrali arrivò a minacciare i direttori di gara di far abbattere le loro case nientedimeno che da una ruspa…

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.