Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Cambia la proprietà e la presidenza, ma non il programma. Sempre 40 i milioni di euro per allestire il nuovo Bologna e almeno tre o quattro i nuovi volti che si attendono. Un difensore, un esterno di centrocampo e due attaccanti è quanto Arrigoni ha chiesto anche a Menarini per salvare il Bologna senza patemi. Alla faccia di Moggi e dei detrattori, che vedono la squadra debole. Per tutti il punto nevralgico è l’attacco, con i soli Bernacci e Marazzina titolari e Adailton jolly per la panchina. Non ci sarebbe spazio, secondo i dattati tattici, per Bombardini e Paonessa, il primo riciclato difensore esterno di sinistra dopo l’infortunio a Rodriguez, ma che per rimanere nel Bologna potrebbe anche mettere i guanti da portiere, dunque quello in esubero potrebbe essere Paonessa, ma solo dopo aver messo a segno almeno due colpi in avanti per non rimanere scoperti.
Se il centrocampo con Mudingay, Volpi, carrus, Mingazzini, Amoroso centrali, Coelho e Lavecchia a destra e Valiani a sinistra sembra essere il reparto di maggior qualità e quantità, la difesa è tutta da scoprire, specie per la presenza di giocatori senza esperienza in serie A, come il neo arrivato britos, che ha appena cominciato ad allenarsi con i compagni, lo stesso rodriguez che dovrà sospendere la pesante preparazione alla quale non era abituato, oppure capire quale sarà la resistenza di Castellini, quale l’impatto per Moras e Terzi e se Zenoni potrà riscattare un campionato non all’altezza, oppure ha cominciato una fase della carriera nella quale è difficile migliorarsi.
Dunque tante domande, alle quali fanno fatica a rispondere le amichevoli alle quali Arrigoni sottopone i suoi. Dopo il Sassuolo di sabato, mercoledì sarà il turno degli universitari giapponesi, ma la squadra continua a sostenere sedute così pesanti che quando arriva alla partita fa fatica a dare risposte adeguate. Probabilmente il primo test attendibile sarà tra dieci giorni, quando i rossoblu scenderanno a Rimini. Quello, per la caratura dell’avversario, per gli stimoli e per l’avvicinarsi agli impegni ufficiali potrà essere un bel test, nel quale, magari, potrebbero anche giocare Okaka, che dovrebbe arrivare tra una decina di giorni, ma pure, l’esterno sinistro, che sia Ariatti, Brivio o Pesce, e magari anche l’altra punta tanto richiesta, quel giocatore scattante e veloce che ora manca nello scacchiere del Bologna

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.