Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

E’ difficile farsi un idea di un giocatore in appena tre sedute di allenamento, però Massimo Galli, il futuro allenatore dei Crabs che da lunedì a mercoledì ha ‘scrutato’ in palestra il polacco Tomasz Kesicki, ci prova. «Non è male, assolutamente – attacca il tecnico –, ma è anche reduce da un paio d’anni di inattività. Andrà fatta una valutazione approfondita, comunque non è un’ipotesi che va scartata». Resta un po’ nel limbo, dunque, la 22enne pertica di Lublino, un ragazzo ben strutturato, comunque, non un lungo esile come poteva essere Barycz, il suo connazionale che non lasciò certo una traccia indelebile da queste parti. Ma in che ruolo potrebbe giocare Kesicki? Alla Coopsette serve un centro… «Gli ho già detto che se dovesse restare con noi lo utilizzerei da numero 5 e il ragazzo non si è affatto spaventato, d’altronde a lui interessa soprattutto giocare. E’ altresì chiaro che dovremmo mettergli vicino un giocatore solido», aggiunge Galli, che ieri, insieme al general manager Renzo Vecchiato, ha fatto una ‘full immersion’ alla Summer League di Treviso, dove ha potuto visionare parecchi americani. Intanto proprio Vecchiato aspetta sempre la luce verde dal presidente Braschi per poter essere operativo a tutti gli effetti sul mercato.
Non ce l’ha fatta, infine, Nicholas Crow a coronare il suo sogno azzurro. La 19enne ala del vivaio riminese è stata infatti tagliata alla vigilia della partenza della nazionale Under 20 per gli Europei di Riga, in Lettonia.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.